• Home / CITTA / Reggio Calabria / Giannetta (FI): “Servono presidi di protezione e attrezzature”

    Giannetta (FI): “Servono presidi di protezione e attrezzature”

    “Il governo provveda con urgenza a dotare i nostri ospedali di ventilatori, caschi e mascherine”.  Lo chiede il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Giannetta che sottolinea “il lavoro straordinario fatto per allestire i Centri Covid 19 con una corsa contro il tempo che ha dato dei risultati inattesi. I ministeri e la protezione civile provvedano adesso – propone – ad attrezzarci per l’emergenza, mentre arrivano buone notizie dall’ASP di Reggio Calabria che accelera il collocamento di medici e infermieri nella dotazione organica”

    Il Consigliere regionale di Forza Italia Domenico Giannetta fa il punto della situazione sanitaria in provincia di Reggio Calabria.

    “E’ sotto gli occhi di tutti – evidenzia il consigliere regionale di Forza Italia, che fa il punto della situazione sanitaria in provincia di Reggio Calabria – lo straordinario lavoro dei nostri dirigenti sanitari che hanno rivoluzionato gli spazi dei nostri ospedali per allestire le aree destinate al corona virus. Ne è un esempio virtuoso – sottolinea Giannetta – il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria dove, grazie allo spirito di abnegazione di medici, infermieri e di tutto il personale, coordinati dal commissario straordinario Jole Fantozzi, dal direttore sanitario di presidio Antonino Verduci e dal direttore sanitario aziendale Pino Foti si è riusciti a destinare un’intera ala del GOM con 128 posti letto, un’efficace riorganizzazione del personale e percorsi destinati alla diagnosi ed alla cura dei pazienti Covid che impediscono il contatto con gli altri reparti a tutela di tutti, pazienti e sanitari”.

    “Anche per l’allestimento dei Reparti Covid presso gli Ospedali della Locride e della Piana di Gioia Tauro si sta lavorando strenuamente per completare la dotazione e l’allestimento dei nuovi posti letto, così distribuiti: 32 a Gioia Tauro e 31 a Melito di Porto Salvo in Osservazione Ospedaliera, 12 a Locri in sub-intensiva polmonare e altrettanti 12 sempre a Locri in Terapia Intensiva”.

    “Una rivoluzione – dichiara il consigliere forzista – di cui si fanno carico medici, infermieri e personale sanitario lavorando senza sosta con doppi turni massacranti. A tal proposito, va sottolineato come ogni comunità si sia stretta attorno al proprio ospedale con donazioni che sono il segno più significativo di questa crisi”.

    “Adesso tocca al Governo – incalza – assegnare ai nostri ospedali i presidi sanitari. Non possiamo perdere tempo e attendere che il picco ci collassi. La prevenzione sociale è fondamentale, ma non sufficiente. Servono gli strumenti per la diagnosi, la cura e la prevenzione dei contagi”.

    “Una cosa è certa, la salute pubblica deve essere posta in cima all’agenda politica nazionale sempre, e non solo in tempi di crisi. Spero davvero che questa esperienza così traumatica e cosi dolorosa abbia quantomeno aperto gli occhi sulla necessità di destinare alla sanità il massimo sforzo. Abbiamo condotto numerose battaglie da ogni postazione utile – ricorda Giannetta – dalle corsie e dalle sedi istituzionali. La stagione dei tagli ha ferito a morte la nostra sanità, riducendo a lumicino i servizi e comprimendo il diritto alla salute dei nostri cittadini”.

    “Abbiamo reclamato l’assunzione di medici, infermieri, tecnici e Oss per fare fronte a carenze ataviche di personale. Nella chirurgia di Polistena, per esempio, il fabbisogno è di 14 medici e in atto ce ne sono solo 7, compreso il primario facente funzioni. Una situazione insostenibile”.

    “E finalmente adesso qualcosa si muove non solo per fronteggiare la crisi ma anche per la dotazione organica ordinaria. Con delibera n°163 del 20 Marzo, l’ASP di Reggio Calabria, ha indetto l’avviso pubblico per titoli e colloqui per la formazione di graduatorie da utilizzare per assunzioni a tempo determinato di medici in varie discipline specialistiche. Il bando, pubblicato sul sito dell’Asp nella sezione concorsi e avvisi, ha una durata di 15 giorni. Finalmente – sottolinea Giannetta – anche con l’impegno del direttore sanitario Antonio Bray ed il capo del Personale Filippo Carrozza, l’ASP va nella giusta direzione dello sblocco delle assunzioni”.

    “Ora diventa necessario procedere con la massima celerità e concludere il collocamento entro aprile in modo organizzare per tempo il personale, comprese le funzioni affidate ai cosiddetti art. 18 con enormi responsabilità che devono essere al più presto regolamentate.”

    “E’ un momento di grande fermento della sanità che, tra crisi e speranze, sta dimostrando al Paese Italia di essere una leva fondamentale della nostra società. Lavorare in Ospedale – conclude Giannetta – è una missione che espone a stress e rischi e mette in contatto con l’umanità più fragile”.

    “Dobbiamo continuare a fare prevenzione, a restare a casa e a lottare uniti contro questo maledetto virus anche per chi – conclude l’esponente regionale di Forza Italia – negli ospedali, sta combattendo una battaglia molto difficile. E per questo vorrei rivolgere un pensiero e ringraziare i 350 medici che hanno risposto presente all’appello della nostra regione ed hanno dato la propria disponibilità a lavorare nei prossimi sei mesi”.

    Un gesto davvero encomiabile, che non possiamo permetterci il lusso di vanificare”.