• Home / CITTA / Reggio Calabria / Coronavirus, il gruppo consiliare del Pd di Reggio Calabria: “Città superi in modo unitario momento critico”

    Coronavirus, il gruppo consiliare del Pd di Reggio Calabria: “Città superi in modo unitario momento critico”

    La situazione nazionale di reale difficoltà che vive il nostro Paese anche alla luce delle valutazioni espresse da parte dell’Oms che ha catalogato il Covid-19 come una vera e propria pandemia non ci lascia inermi ed indifferenti rispetto alle azioni che come amministrazione comunale possiamo e dobbiamo portare avanti in difesa della nostra città.
    A dichiararlo il Capogruppo del PD Antonino Castorina ed i Consiglieri Comunali del Pd Rocco Albanese Presidente della Commissione Bilancio , Demetrio Martino, Paola Serranò, Enzo Marra e Nancy Iachino.
    L’amministrazione Falcomatà oltre ad avere programmato la sanificazione e l’igienizzazione di tutto il territorio comunale rispettando tutte le indicazioni del governo nazionale e regionale e delle autorità sanitarie e dopo aver attivato azioni di supporto e controllo del territorio con l’aiuto dei movimenti, delle Associazioni di Protezione Civile e di volontariato ha già predisposto una delibera con la quale viene prorogato il termine per la proposizione di ricorsi od opposizioni sugli atti in scadenza ed ha sospeso e slittato l’invio di tutti gli avvisi di pagamento fino a tutto il 2020.
    “Reggio Calabria – proseguono gli esponenti del Partito Democratico – deve in modo unitario superare questo momento critico per tutto il Paese e garantire alla Città una ripresa economica alle luce delle misure precauzionali che sono state adottate. Il Comune di Reggio Calabria sta provando a fare la sua parte ma chiede con forza e convinzione un impegno da parte del governo nazionale rispetto a misure di sostegno alle aziende e degli imprenditori che stanno subendo questa situazione . “È di fondamentale importanza proseguono gli esponenti del Pd lo sblocco di Risorse, che consentano di far fronte alle conseguenze economiche del coronavirus per i Comuni, per le imprese, per le famiglie, per i lavoratori e per i singoli cittadini”.