• Home / Primo piano / Coronavirus – Ecco il dato più importante da tenere d’occhio, a Reggio e in Calabria: la crescita del contagio

    Coronavirus – Ecco il dato più importante da tenere d’occhio, a Reggio e in Calabria: la crescita del contagio

    In relazione al tema coronavirus si continua a parlare di curve e di picco, concetti spesso legati alle evoluzioni di epidemie e pandemie.   Si tratta, però, di strumenti che talvolta consentono di fare previsioni, su cui gli esperti preferiscono non esprimersi.

    Ciò che li preoccupa e lo dicono a chiare lettere è il così detto “R0”.  Si tratta di un parametro attraverso cui si stima che ciascun infettato da coronavirus (sintomatico o asintomatico) rischia di trasmettere il virus a più di 2 persone.

    Tecnicamente: ogni volta che si ha un parametro relativo ai contagi di una giornata c’è sempre il rischio che il giorno dopo possa più raddoppiare..   Avere una progressione “esponenziale” può in pochi giorni portare a dati catastrofici come a quelli a cui si è arrivati in Lombardia.

    In Calabria e a Reggio, al momento, la crescita è sempre stata “lineare”.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Andando ad osservare i dati si nota che in Calabria e a Reggio Calabria si è sempre riusciti, al momento, a contenere la crescita.

    Gli unici giorni in cui la crescita su base regionale ha raggiunto il massimo della contagiosità è stata il 15 marzo ed il 19 in cui il dato si è del 2,6, in linea con l’R0 temuto dagli esperti.

    Il 19 marzo resta anche la data con il numero peggiore per Reggio.

    Restare, comunque, in linea con questi dati medi aiuterebbe a diluire nel tempo il numero totale dei contagi e non portare mai al collasso la ricettività sanitaria.

    La guerra al virus, però, sarà lunga.