• Home / In evidenza / Treno deragliato – Lutto cittadino a Reggio Calabria per Giuseppe Cicciù

    Treno deragliato – Lutto cittadino a Reggio Calabria per Giuseppe Cicciù

    Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà ha proclamato nella giornata di martedì 11 febbraio 2020 il lutto cittadino per la morte del concittadino Giuseppe Cicciù che ha perso la vita in terribile incidente ferroviario dovuto al deragliamento di un treno Frecciarossa, Ecco l’ordinanza: “Premesso che nella mattinata del 6 febbraio 2020 si é verificato a Ospedaletto Lodigiano in provincia di Lodi un terribile incidente ferroviario dovuto al deragliamento di un treno Frecciarossa, a causa del quale hanno perso la vita i due macchinisti Giuseppe Cicciù, 51 enne, originario di Reggio Calabria, e Mario Di Cuonzo, 59enne originario di Capua (Caserta);

    che la morte del macchinista reggino, uomo di grande esperienza che aveva alle spalle una lunga carriera di macchinista alle Ferrovie dello Stato e che si era sempre impegnato, anche a livello sindacale, per la tutela delle condizioni di lavoro e della sicurezza sul lavoro, ha scosso l’intera cittadinanza provocando un diffuso senso di sgomento e dolore;

    tenuto conto che l’Amministrazione comunale, facendosi interprete del sentire della comunità reggina, intende manifestare il cordoglio della Città di Reggio Calabria per il grave lutto e la propria vicinanza ai familiari della vittima, nonché a tutte le vittime del lavoro e a tutti i reggini che, in Italia e nel mondo, svolgono con merito il proprio dovere lontano da casa portando in alto il nome della nostra città;

    Considerato che i funerali del concittadino Giuseppe Cicciù si svolgeranno a Cologno Monzese giorno martedì 11 febbraio 2020 alle ore 15.30;

    PROCLAMA

    nella giornata di martedì 11 febbraio 2020 il lutto cittadino per la morte del concittadino Giuseppe Cicciù;

    DISPONE

    per la suddetta giornata:

    • l’esposizione delle bandiere a mezz’asta negli edifici comunali;

    • l’osservanza di un minuto di silenzio negli uffici comunali a partire dalle ore 15.30.

    INVITA

    i cittadini, le Scuole di ogni ordine e grado, le Istituzioni, le organizzazioni sociali, culturali, produttive ed i titolari di attività private di ogni genere a manifestare il proprio cordoglio nelle forme ritenute opportune, anche prevedendo la sospensione delle rispettive attività, con esclusione dei servizi indispensabili e obbligatori, nel corso della suddetta cerimonia funebre”.