• Home / CITTA / Reggio Calabria / Rhegium Julii – Al via ciclo di iniziative denominato “Lezioni a sorpresa”

    Rhegium Julii – Al via ciclo di iniziative denominato “Lezioni a sorpresa”

    Comincia con il 12 febbraio il ciclo di iniziative denominato Lezioni a sorpresa che il Circolo Rhegium Julii ha inteso realizzare per gli studenti della nostra città con l’obiettivo di rafforzare la cultura identitaria e la conoscenza di uomini e donne della Calabria che hanno contribuito a segnare i processi di cambiamento e crescita culturale del nostro Paese e del mondo.

    Al progetto hanno aderito notevoli personalità del ondo della cultura del nostro territorio e non solo. Tra questi. Il prof. Alfredo Focà (già primario e docente dell’Università Magna Grecia), Il Prof. Tonino Perna (docente dell’Università di Messina), il Prof. Giovanni Brancaccio (Università di Chieti e Pescara), il Prof. Marco Gatto (Università della Calabria), il Prof. Vito Teti (Università della Calabria), il Dott. Natale Pace (scrittore), il prof. Giuseppe Caridi (Storico Università di Messina) e tanti altri ancora.

    L’idea guida è quella alimentare ed approfondire la conoscenza di temi importanti come la questione meridionale e diffondere i valori espressi dai nostri scrittori, poeti, scienziati ed artisti che non sono secondi a nessuno, ma che sono lasciati sempre di più ai margini dalle nostre antologie.

    Si tratta di autori che hanno diritto ad una analisi critica molto attenta, non per sottolineare l‘orgoglio dell’appartenenza, ma per evidenziare i valori di cui sono portatori nel mondo della letteratura, della storia, del pensiero, della scienza.

    Il programma d’incontri già avviato è così articolato:

    mercoledì 12 febbraio – aula magna dell’Istituto Nostro – Repaci di Villa San Giovanni – alle ore 10.30: Lezione a sorpresa del prof. Marco Gatto su: Corrado Alvaro nella letteratura europea. Sarà presente nella sua veste di Dirigente scolastica la Dott. Maristella Spezzano con il delegati ai rapporti con il Rhegium Prof.sse Leonarda Delfino e Liliana Carmelina Santoro, il presidente ed il segretario del Rhegium rispettivamente Dott. Pino Bova e arch. Giuseppe Bertone.

    Giovedì 13 febbraio – aula magna Liceo Statale Tommaso Gullì -Sede della Marconi – ore 9.30 – Lezione a sorpresa del prof. Marco Gatto sul tema: Corrado Alvaro nella letteratura europea. Saranno presenti il Dirigente scolastico Dott. Francesco Praticò, le delegate ai rapporti con il Rhegium Julii Prof.sse Margherita Tromba e Teresa Megali, i dirigenti del Circolo organizzatore.

    Sabato 15 febbraio – aula magna del Liceo Classico Tommaso Campanella – ore 10.00: Lezione a sorpresa del Prof. Giovanni Brancaccio sul tema : CALABRIA RIBELLE – Tommaso Campanella e la rivolta politica del 1599. Saranno presenti la Dirigente scolastica Dott. Maria Rosaria Rao, la delegata ai rapporti con il Rhegium prof.ssa Teresa Scordino, Il Presidente della Deputazione di Storia Patria per la Calabria Prof. Giuseppe Caridi.

    Sabato 15 e lunedi 17 febbraio – aula magna del Liceo scientifico Alessandro Volta – ore 8.30: Presentazione agli studenti della storia del Circolo Rhegium Julii a cura del Presidente del Circolo Pino Bova e della portavoce giornalista Anna Foti. Saranno presenti la Dirigente scolastica Prof.ssa Angela Maria Palazzolo, la delegata ai rapporti con il Circolo Prof.ssa Giovanna Monorchio.

    Sabato 15 febbraio – aula magna Liceo Scientifico Alessandro Volta – 0re 10.30 – Lezione a sorpresa del saggista Natale Pace sullo scrittore calabrese Leonida Repaci. Saranno presenti i dirigenti del Circolo e  quelli scolastici.

    Lunedì 17 febbraio – aula magna Liceo scientifico Alessandro Volta – ore 10.30 – Lezione a sorpresa del Prof. Tonino Perna sul tema: La questione meridionale. Un tema appassionante ancora oggi. Con i dirigenti del Circolo saranno presenti la Dirigente scolastica e la prof.ssa delegata.

    Il programma ovviamente non è conclusivo e saranno organizzati ulteriori incontri per parlare di Fortunato Seminara, Lorenzo Calogero, Mario La Cava, Gilda Trisolini, Emilio Argiroffi, Raffaele Piria, Tommaso Campanella, il meridionalismo di Umberto Zanotti Bianco ed altri ancora.