• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Alla Sala Calipari il Convegno “Safer Internet Day 2020”

    Reggio Calabria – Alla Sala Calipari il Convegno “Safer Internet Day 2020”

    Presso l’Auditorium ” N. Calipari” del Consiglio Regionale della Calabria, martedì 11 febbraio 2020 alle ore 09:00, in occasione della 17esima edizione della giornata promossa dall’UE sulla sicurezza in Rete, si è svolto il convegno ” Safer Internet Day 2020” organizzato dalla Sezione Territoriale Aica Calabria con il patrocinio del Consiglio Regionale, della Città Metropolitana di Reggio Calabria, del Comune di Reggio Calabria e dell’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza e dal Safer Internet Centre – Generazioni Connesse, di AICA ed in collaborazione con la Polizia Postale delle Comunicazioni della Regione Calabria.
    Apertura musicale con l’inno nazionale cantato da studenti di alcuni Istituti Comprensivi Statali presenti in sala. I lavori introdotti e moderati dal dott. Marafioti Renato, Presidente della Sezione Territoriale Aica Calabria sono stati seguiti da dirigenti, docenti ed alunni provenienti dalle scuole calabresi, la cui presenza, circa 600, uniti dallo slogan della campagna “insieme per un internet migliore”, ha segnalato quanto sia indispensabile sviluppare una cultura della sicurezza informatica che parta dalla consapevolezza dei rischi.
    Sono intervenuti, per i saluti istituzionali, il dott. Irto Nicola, Presidente del Consiglio della Regione Calabria, il quale con un messaggio di cui è stata data lettura, ha manifestato la gratitudine ad AICA Calabria ed all’Associazione Culturale Format per l’organizzazione dell’evento rilevando le necessità di diffondere nelle scuole un’educazione 2.0 per mettere a fuoco i rischi della Rete; l’avv. Cardia Mario ha sottolineato l’importanza della prevenzione e dell’educazione come elementi imprescindibili contro fenomeni come bullismo e cyberbullismo ringraziando l’Aica Calabria e l’Associazione Format che favoriscono la realizzazione di iniziative e campagne di sensibilizzazione per un uso consapevole della Rete.
    Le relazioni hanno visto l’intervento del dott. Marafioti Renato, il quale ha esaltato come l’educazione digitale sia necessaria per colmare il divario tra chi vive nel digitale e chi ne è escluso; è emerso quanto sia necessario costruire un ponte tra genitori analogici e figli digitali per arrivare ad un sano equilibrio tra vita online e offline; del dott. Cimino Vincenzo, Dirigente del Compartimento Polizia Postale per la Calabria, il quale, con un intervento su prevenzione e contrasto del crimine informatico nell’era della globalizzazione digitale, ha ribadito come la sensibilizzazione sui temi della sicurezza online e sull’uso responsabile della rete sia un impegno quotidiano della Polizia Postale e delle Comunicazioni, così come in mare aperto occorre una patente (nautica), per usare Internet occorre una formazione ed una competenza certificata; dell’ing.  Morabito Guido, Commissario Capo tecnico Polizia Postale e delle comunicazioni Regione Calabria, il cui intervento è stato mirato a definire le strategie di prevenzione e di difesa dal web; della dott.ssa Curcuruto Anna, Vice Sovrintendente della Polizia Postale, il cui intervento ha messo in evidenza alcuni casi di cyber bullismo con le dovute conseguenze; del dott. De Caro Guido, direttore del centro psicoterapia dell’infanzia ed adolescenza di Reggio Calabria, il cui intervento ha rilevato come quella online sia la nuova dimensione entro cui si svolge la personalità di ciascuno; del dott. Battaglia Antonio, il cui intervento ha fatto emergere l’importanza dei pericoli provenienti dal web sconosciuto, ovvero dark e deep web.
    Iniziative come quella della giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet, ha concluso il dott. Marafioti, Presidente della Sezione territoriale Aica Calabria, celebrata ormai in oltre 150 paesi tra cui l’Italia, sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di persone, giovani e adulti, che a loro volta sono ineliminabili figure di riferimento per orientare i più piccoli ad un uso sicuro e responsabile della rete.