• Home / CITTA / Reggio Calabria / Opi Reggio Calabria, al Gom un corso sulle patologie aneurismatiche

    Opi Reggio Calabria, al Gom un corso sulle patologie aneurismatiche

    Mercoledì 19 febbraio, a partire dalle 9, avrà luogo presso l’Aula “Spinelli” del Gom (Grande ospedale metropolitano) un approfondimento promosso dall’Opi (Ordine Professioni infermieristiche) di Reggio Calabria sul tema Dal cuore al cervello: “essenza di vita”.

     

    Dopo l’introduzione a cura del presidente dell’Ordine Pasquale Zito e del tesoriere dello stesso Opi Carmine Federico – cui toccherà anche l’onere delle conclusioni –, i direttori dei reparti del Gom rispettivamente di Cardiochirugia Pasquale Fratto e di Neurochirurgia Mauro Campello, responsabili scientifici del corso, concentreranno la propria attenzione – così come faranno gli altri relatori – sulle patologie aneurismatiche, davvero paradigmatiche quanto alla crescente multisistemicità e complessità delle malattie che colpiscono l’uomo.

    La patologia aneurismatica, in particolare, può riguardare qualsiasi distretto arterioso: per tale ragione, sovente richiede l’intervento combinato di una pluralità di specialisti.

     

    Obiettivo dell’iniziativa formativa è mettere dei punti fermi in tema di documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali, diagnostici e riabilitativi, profili d’assistenza e di cura che attengono alle patologie aneurismatiche. Il corso in programma il 19 del mese intende porre peculiare attenzione sugli aneurismi di competenza di cardiochirurgo e neurochirurgo e intorno alle attività infermieristiche indispensabili per gestire nella maniera migliore – e in completa sinergia con l’équipe medica – patologie di questa delicatezza e complessità.

     

    Ineludibile il riferimento alla gestione tempo-dipendente dei pazienti e dunque a una più che tempestiva, precoce individuazione di segni e sintomi riconducibili alle patologie aneurismatiche. Tra gli altri passaggi oggetto d’approfondimento, la corretta gestione dal “pre” al “post” operatorio e – nell’ultima delle due sessioni di lavoro in programma – l’efficace, appropriata trattazione terapeutica delle possibili complicanze.

     

    A chiusura della giornata d’approfondimento, è prevista una “coda” interamente dedicata alla discussione di casi clinici realmente trattati e gestiti al Grande ospedale metropolitano dagli infermieri iscritti all’Opi di Reggio Calabria.