• Home / Primo piano / Coronavirus, Conte: “Scuole aperte in zone non focolaio”

    Coronavirus, Conte: “Scuole aperte in zone non focolaio”

    “Nelle zone che non sono focolaio del virus non si giustifica la chiusura delle attività scolastiche“. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte sottolineando che l’Italia è stata divisa in 3 zone: quelle focolaio, dove valgono le misure restrittive varate, un secondo livello “che si estende alle aree circostanti che presentano episodi da contagio indiretto” e un terzo livello che riguarda il resto d’Italia.

    E qui “sicuramente non ha ragione di esistere la sospensione si attività scolastiche.”. È quanto deciso nel corso della conferenza Stato-regioni convocata nella giornata odierna. Sarà diramata in serata un’ordinanza per coordinare e rendere omogenei i comportamenti in tutte le aree che non hanno focolai.