• Home / CITTA / Reggio Calabria / Villa San Giovanni – Lo sguardo digitale sull’ambiente degli alunni del’ITE “A. Repaci”

    Villa San Giovanni – Lo sguardo digitale sull’ambiente degli alunni del’ITE “A. Repaci”

    Grande partecipazione e tanto entusiasm oper la premiazione finale che conclude la terza edizione del Concorso“Premio Digitale Giovani 3 edizione”2019-2020,che si è svolto presso l’Istituto Tecnico Economico “A. Repaci” di Villa San Giovanni.

    Il concorso, dal titolo “CUSTODIAMO L’AMBIENTE”, è stato dedicato a tutti gli studenti frequentanti l’Istituto Superiore “Nostro-Repaci” e agli alunni frequentanti la Scuola Secondaria di primo grado del territorio. Il concorso nasce con lo scopo di promuovere percorsi di apprendimento innovativi attraverso l’uso delle nuove tecnologie, che favoriscano le capacità critiche e creative dei giovani negli ambiti della cittadinanza digitale, incentivando l’utilizzo delle tecnologie digitali nel curricolo e favorendo l’interscambio delle esperienze nel settore della didattica digitale innovativa. Il tutto per vivere la scuola come luogo di costruzione della conoscenza, in cui si sperimenta e si applica l’innovazione, sviluppando nuove forme di apprendimento attraverso la realizzazione di progetti di innovazione digitale, caratterizzati da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica

    La cerimonia si è svolta venerdì 24 gennaio 2020 presso l’Auditorium dell’Istituto sito in via De Gasperi; hanno presenziato: il Dirigente Scolastico dell’IISS “Nostro-Repaci, prof.ssa Maristella Spezzano, la referente del progetto, prof.ssa Maria Caterina Papalia, il Presidente regionale dell’accademia KRONOS, arch. Alberto Gioffrè, la dott.ssa Marzia Verduci volontaria dell’associazione LIPU.

    Nel porgere i saluti di aperturail DS,prof.ssa Maristella Spezzano ha voluto evidenziare che queste iniziative nascono dall’esigenza di educare i giovani a vivere in modo propositivo l’evoluzione tecnologica.Attraverso il Concorso Digitale,il Laboratorio “Digital Photos”,il Sumo Robot, la scuola intende rispondere alla chiamata del PNSD per la costruzione di una visione di Educazione nell’era digitale. Ha moderato la referente prof.ssa Papaliala quale dopo aver egregiamente presentato i relatori ha dato inizio all’incontroinvitando i presenti alla visione del video di apertura “Inno per l’ambiente” e all’ascolto del testo recitato dagli studenti della 1 A e 2 A dell’Istituto Tecnico Economico.

     

    Il contest fotografico è diventato un momento “vetrina” per tutti gli studenti che nel corso delle precedenti settimane si sono cimentati, sotto la guida dei propri insegnanti, con testi, fotografie, dibattiti, video e altre tipologie di elaborato ed oggi hanno potuto dimostrare tutta la loro sensibilità e maturità riguardo ad un tema di simile importanza ed urgenza.

    Incisivo l’intervento del Presidente regionale dell’accademia KRONOS, arch. Alberto Gioffrè che, con la sua attenta partecipazione, testimonia ancora una volta il suo impegno diretto nella battaglia per un ambiente più pulito e per una crescita di consapevolezza e sensibilità dell’intera collettività.

     

    Altrettanto lodevole l’impegno profuso a sostegno dell’ambiente dalla dott.ssa Verduci che nel suo intervento ha ribadito quanto sia importante che i giovani conoscano il mondo del volontariato per poter fare delle scelte consapevoli

     

    Al termine i ragazzi del Repaci hanno continuato ad intrattenerci con un video accompagnato dalle parole della canzone del cantautore Pierangelo Bertoli dal titolo “Eppure il vento soffia ancora”, un testo che non può lasciare indifferente e che a distanza di tanti anni è ancora attuale.

    Prima di passare alla premiazione la prof.ssa Maria Caterina Papalia ha voluto rimarcare l’impegno dellanel promuovere la realizzazione di percorsi di arricchimento formativi sui temi dell’ambiente, dell’impegno  civico e della partecipazione di tutti sottolineando come l’istituto TECNICO ECONOMICO abbia deciso di aprire le porte dei suoi laboratori alle altre scuole del territorio, fornendo il nostro know-how tecnologico e informatico per specializzare ulteriormente i ragazzi che hanno frequentato i corsi di apprendimento di pratiche digitali.

    Tanti gli scatti meritevoli, tra i quali la Commissione giudicatriceha dovuto operare una scelta non semplice per attribuire i primi tre premi

    I partecipanti hanno potuto visitare la mostra fotografica allestita con gli scatti realizzati dai corsisti che hanno partecipato al laboratorio “Digital Photos”.

    A tutti gli alunni che hanno frequentato tale laboratorio è stato consegnato attestato di partecipazione.

     

    La risposta da parte di tutte le componenti della scuola è stata ancora una volta stimolante e creativa, un sentito ringraziamento va a tutti i partecipanti, ai membri della commissione, in particolare ai docenti e agli studenti

    L’evento si è concluso con la distribuzione di un sacchetto simbolico contenente terra e semi sulle delle note della canzone “Un albero di Trenta Piani” di Adriano Celentano le cui parole spingono, inevitabilmente, tutti noi verso una più profonda riflessione.