• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Violenta rapina nella notte di Capodanno a locale, i gestori: ‘Ci fermiamo, non ci abbassiamo a questo livello’

    Reggio Calabria – Violenta rapina nella notte di Capodanno a locale, i gestori: ‘Ci fermiamo, non ci abbassiamo a questo livello’

    A pochi giorni da Capodanno, emerge uno spiacevole episodio che ha interessato un locale della città di Reggio Calabria nella notte di San Silvestro . Una persona si è introdotta all’interno di un esercizio commerciale della vita notturna del centro città con l’intento di impossessarsi dell’incasso.

    Ad essere interessato dell’atto criminoso è stato l’Interzone, sito in via del Torrione e che, da pochi mesi, accoglie giovani vogliosi di ascoltare musica e bere qualcosa.

    E’ stato lo stesso locale a denunciare l’accaduto  tramite la propria pagina Facebook , sottolineando come alle 2 di notte del Primo dell’anno lo staff era pronto ad accogliere sorridente la clientela.

    Un appuntamento importante per un’attività aperta solo pochi giorni fa. Ad un certo punto, però, tra la folla si sarebbe fatto largo una persona con uno zaino e degli occhiali da sole. Da subito avrebbe palesato l’intenzione di avere per se l’incasso, ma che, ad inizio serata, era inconsisente.

    “Ha minacciato, parlando in dialetto, di fare del male – si legge nella ricostruzione dei gestori – a noi e ai clienti, se non lo avessimo accontentato.
    Ma, anche volendo, non avremmo potuto. L’incasso non era abbastanza.
    A quel punto questa persona ha tirato fuori dallo zaino un estintore.
    Prima ha cercato di chiudere la porta con il locale ancora pieno, ma non ci è riuscito. Poi ha azionato l’estintore, riempiendo tutto il locale di fumo e di polvere.
    Ha scardinato la porta e, nel panico generale, è scappato. Ma non prima di colpire un nostro amico sul viso e sulla testa”.

    “Il bilancio, alla fine, è stato – fanno sapere – di un trauma cranico di lieve entità e l’impossibilità di festeggiare il nuovo anno. Oltre, naturalmente, a tanta paura per tutti coloro che hanno assistito all’accaduto”.7

    “Per questa ragione, con il cuore a pezzi, dobbiamo – concludono – fermarci. Questa triste realtà ci costringe a uscire di scena”.

    Sulla pagina Facebook del locale, oltre al messaggio, è presente un video dei danni riportati dal locale.