• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – L’11 gennaio manifestazione di ricostruzione staccionata a Punta Pellaro

    Reggio Calabria – L’11 gennaio manifestazione di ricostruzione staccionata a Punta Pellaro

    In continuità con l’attività di piantumazione di essenze arboree a Punta Pellaro svolta nell’anno 2019 relativamente al progetto “Staccionata Punta Pellaro – Riqualificazione e Decoro dell’area”, la Pro Loco Reggio Sud prosegue con le iniziative di buone pratiche di riqualificazione urbana donando 20 piante arbustive alle seguenti associazioni: “JAMU” (S. Filippo di Pellaro) e “ANNUNCIAMO LA GIOIA- Centro di Ascolto Nessuno Escluso Mai” (Pellaro). Le suddette, metteranno a dimora le piante in spazi pubblici da loro individuati e curati. Questo evento si colloca come azione sinergica tra Associazioni No-Profit, prerogativa essenziale dell’associazionismo inclusivo e sostenibile.

    La Pro Loco Reggio Sud, inoltre, per l’anno 2020 propone come prima attività: la “risistemazione della staccionata”, oggetto di furto e danneggiamento nel periodo di fine anno 2019. A questa attività, che vuole identificarsi come manifestazione di simbolico cordone umano, che partirà dalla foce del torrente Fiumarella fino al circolo sportivo NewKiteZone, sono invitati tutta la cittadinanza, le associazioni, le autorità, le istituzioni e le scuole. L’evento si svolgerà SABATO 11 GENNAIO 2020 alle ore 10,30 a Pellaro presso la spiaggia di Punta Pellaro.

    Ringraziamo tutti coloro i quali, comunità, enti, istituzioni ed associazioni hanno espresso la propria solidarietà condannando il vile gesto, che ha arrecato danno all’intera comunità deturpando un bene comune, realizzato dalla Pro Loco Reggio Sud con il contributo del Parco Nazionale dell’Aspromonte, delle realtà associazionistiche di Punta Pellaro, quali i circoli sportivi: FreeSpirits,  NewKiteZone, Katanhouse, nonché i volontari di ogni provenienza,  privati cittadini, commercianti,  liberi professionisti, imprenditori e quanti altri che hanno contribuito non sono economicamente ma anche con servizi, rendendo  possibile la realizzazione dell’intera opera.

    Ringraziamo, altresì, i Carabinieri della Stazione di Pellaro, per la celerità con la quale hanno condotto le indagini che hanno portato all’individuazione dell’autore del gesto.