• Home / CALABRIA / Un 8 dicembre per continuare a far “vivere” l’Hospice. Serata di beneficenza al “Cilea”

    Un 8 dicembre per continuare a far “vivere” l’Hospice. Serata di beneficenza al “Cilea”

    di Grazia Candido – Guardandoti dentro puoi scoprire la gioia, ma è soltanto aiutando il prossimo che conoscerai la vera felicità. Un 8 dicembre carico di musica e tanta solidarietà per l’Hospice Via delle Stelle. La Publidema, agenzia di Eventi e comunicazione, in collaborazione con il Rotary club nord, i Lions di Reggio Calabria, l’Automobile Club, ha organizzato, per domenica sera, al teatro “Cilea”, un evento musicale con lo scopo di sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica e le istituzioni sulle problematiche dell’Hospice.

    A presentare l’evento, questa mattina presso la struttura sanitaria, l’organizzatore Demetrio Mannino, Alessio Laganà, il dottore Vincenzo Trapani Lombardo, l’artista Tina Sgrò e i componenti del noto gruppo “Mattanza”.
    “E’ un’iniziativa particolare e ringrazio con tutto il cuore l’imprenditore Mannino e il suo staff perché si sono impegnati in maniera eccezionale per la nostra struttura – afferma il dottore Trapani Lombardo – Sono sicuro che tutta la cittadinanza risponderà come ha sempre fatto in tante altre occasioni e, non vi nascondo, che queste sono le cose che ci stanno facendo sopravvivere. Speriamo di avere presto buone notizie dalle istituzioni perché adesso, l’Hospice è un po’ malandata però, abbiamo la certezza che, in settimana, arriveranno risposte sia dalla Regione che dalla Commissione straordinaria. Il grande cuore di Reggio è quello che, attualmente, ci consente di tenere aperto l’Hospice”.
    E chi ha messo anima e cuore per la realizzazione della “domenica solidale”, è proprio l’organizzatore Mannino che non vuole “assolutamente perdere una pregiata struttura sanitaria che vanta questo territorio”.
    “A caratterizzare la serata, un gradissimo prodotto locale, i Mattanza che presenteranno il nuovo album e l’Incanto quartet, affermato quartetto femminile, già coriste di Andrea Bocelli, con stupende voci liriche “prestate” alla musica pop che, la scorsa estate hanno travolto e affascinato il pubblico di CatonaTeatro con un’esibizione unica e straordinaria. Ma questo evento è anche l’unione di tante forze della città con il coinvolgimento di artisti preziosi come la pittrice Tina Sgrò che donerà un quadro il cui incasso sarà devoluto all’Hospice. L’asta verrà battuta durante l’intervallo e chi avrà fatto l’offerta maggiore, porterà a casa una vera opera d’arte. Abbiamo anche coinvolto l’Aci che, da domenica sino al 15 dicembre, donerà il 50% delle tessere Gold all’Hospice”.
    L’imprenditore Mannino ci tiene anche a precisare che “sarebbe un peccato chiudere una struttura sanitaria punto di riferimento per tanti ammalati e famiglie bisognose di assistenza e, anche se, qualche istituzione si sta muovendo, credo che chi Governa dovrebbe fare ben altro. Ho notato un grande attaccamento da parte della città a questa struttura e andando per le attività commerciali del Corso Garibaldi e non solo, ho constatato il grande amore che il cittadino ha per chi, con dedizione e dolcezza, cura quotidianamente i pazienti che, purtroppo, sono ricoverati qui. Nel nostro piccolo – conclude Mannino – cerchiamo di aiutare la struttura ma sono sicuro che le istituzioni faranno il loro dovere. Sono rimasti circa 200 biglietti al botteghino, 600 già sono stati venduti quindi, Reggio aiutaci a fare sold-out”.
    Come detto, la pittrice reggina Tina Sgrò metterà all’asta una sua opera e anche l’Aci di Reggio Calabria metterà in vendita 100 tessere Gold donando il cinquanta per cento del ricavato.
    Nel foyer del teatro sarà anche allestita una mostra della fotografa reggina Manuela Faccì che, con i suoi scatti, racconterà la vita dell’Hospice.
    Infine, sarà possibile prenotare il calendario Ufficiale della città di Reggio Calabria, edito da Celloni per Mondadori, al costo di soli 5 euro (incassi sempre devoluti alla struttura sanitaria).
    “Ho accolto favorevolmente l’invito del dottore Trapani perché è giusto che anche noi artisti contribuiamo con le nostre piccole creazioni affinchè questa generosità diventi speranza e progettualità – ci tiene a precisarlo Tina Sgrò – Questo quadro è un’opera unica, è un olio su tela ed è una tecnica che, ormai, non uso più per vari motivi soprattutto, di salute: rappresenta un interno fatto di oggetti dove ognuno può dare una identità a ciò che vede ma anche, è un simbolo che rispecchia una realtà interpretata da chi lo osserva. Per l’Hospice voglio vedere la speranza e la costruzione per un futuro migliore fatto da azioni concrete della città e da coloro che ne usufruiscono”.
    Sulla stessa lunghezza d’onda, i musicisti del gruppo reggino “I Mattanza” che, per l’occasione, presenteranno alcuni brani dell’album “Magnolia”, uno dei quali già eseguito in anteprima durante la trasmissione “Uno Mattina”.
    “Amiamo dire che Mattanza prima che un progetto musicale è un progetto etico e quindi, per noi è una priorità prendere parte a tutte quelle situazioni in cui si promuove qualcosa di importante per il nostro territorio – aggiunge Mario Lo Cascio – L’Hospice è una realtà che non si può non sostenere”.
    Dove le parole finiscono inizia la musica, lo sa bene la vocalist Rosa Maria Scopelliti che svela l’esecuzione di sette brani e la scelta di “fare al teatro Cilea una scaletta variegata che attinge al repertorio storico rivisitato dopo la scomparsa del nostro leader e fondatore Mimmo Martino però, con grande coerenza, rispettiamo la finalità del progetto Mattanza proponendo per i sostenitori dell’Hospice una parte del nuovo corso musicale e artistico chiamato Magnolia”.
    Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme.