Home / In evidenza / Reggio Calabria – Presentato il progetto nazionale “Set Up Officina” di CNA e Quattroruote Professional

Reggio Calabria – Presentato il progetto nazionale “Set Up Officina” di CNA e Quattroruote Professional

di Grazia Candido – Un progetto nazionale che guarda al mercato e ai cambiamenti che il mondo dell’auto sta attraversando. E’ stato presentato questa mattina, nella sala Conferenze di palazzo “Alvaro”, “Set Up Officina” di CNA con la collaborazione di Quattroruote Professional, un progetto per le imprese dell’autoriparazione che dovranno affrontare gli importanti cambiamenti del settore visto che, nei prossimi 10 anni, ci sarà un incremento stimato tra 1,8 e 5,5 milioni di autoveicoli elettrici.

A spiegare il tutto illustrando i vari step che faranno le officine per affrontare le sfide del mercato, il presidente CNA autoriparazioni RC Salvatore Auddino, il responsabile nazionale CNA Servizi alla Comunità Antonella Grasso, il direttore di Quattroruote Professional Fabio Uglietti, il presidente CNA Metropolitana RC Pasquale Fontana e il presidente della Camera di Commercio Antonino Tramontana.
“Il progetto che abbiamo ideato insieme a Quattroruote Professional è una risposta ai cambiamenti tecnologici e alle innovazioni che il mondo dell’auto sta vivendo – spiega la responsabile Grasso – Oggi, sempre di più, troviamo macchine ibride, l’auto elettrica, la guida assistita, i sistemi Adas, la diagnostica è totalmente cambiata e CNA si è fatta alcune domande: come può accompagnare le imprese in questo cambiamento? Come può aiutarle ad acquisire competenze visto che i cambiamenti sono così repentini e veloci nel mondo dell’auto?” Insieme a Quattroruote abbiamo studiato un percorso di accompagnamento dell’impresa che parte da una fotografia accurata, un’analisi su dove l’impresa si colloca nel suo mercato di riferimento e da lì, cerchiamo di capire i suoi punti di forza, di debolezza e il percorso più adatto per il suo sviluppo”.
Per tutti i relatori parlare di sicurezza non significa solo dialogare con chi stringe un volante o impugna un manubrio, bensì coinvolgere tutti coloro che la devono garantire e, quindi, la necessità di creare con questo progetto “un percorso molto personalizzato e costruito sulle esigenze delle imprese”.
“Punteremo ad una serie di servizi che stiamo mettendo in campo come la formazione tecnica o l’attività manageriale per aumentare il livello di competitività di ogni impresa sul mercato che sta cambiando – continua la Grasso – Stiamo presentando “Set-Up Officina”, lanciato il 24 settembre scorso, in tutta Italia coinvolgendo i colleghi delle varie strutture regionali: ad oggi, possiamo dire che l’interesse è molto forte perché i cambiamenti sono evidenti, veloci, a volte spaventano ma il compito di CNA è far acquisire all’impresa la consapevolezza di chi è, di dove si trova e dove vuole andare esercitando anche un’azione di difesa per i costruttori di attrezzature che ti vogliono vendere a prescindere un prodotto. Le imprese devono investire ma devono anche capire quale sia l’investimento più giusto per la propria crescita”.
Pienamente concorde il presidente della Camera di Commercio Tramontana che si è soffermato sulle “attività quotidiane dell’Ente camerale da sempre vicino alle aziende del territorio che vanno supportate e devono essere pronte a competere con le nuove sfide del mercato”.