• Home / CITTA / Reggio Calabria / Polistena (RC) – Al via la stagione di Sensi Live Experience

    Polistena (RC) – Al via la stagione di Sensi Live Experience

    Il freddo della lunga notte del solstizio d’inverno è già alle spalle, un passo dentro l’LSS Theater di Polistena. È andata in scena la première della stagione Sensi, Live Experience, creazione a metà tra evento culturale, tra musica e Teatro contemporaneo, e viaggio enogastronomico, pensata dalle menti inquiete dei ragazzi dell’Associazione Volume e di Dracma Residenza Teatrale della Piana. Pubblico e privato procedono uniti dandosi come orizzonte quel “Bello Perduto” che da anni è stato l’identità della Residenza teatrale condotta da Andrea Naso e Mariella Iannello, adesso aiutati dalla nuova sicurezza di un centro culturale avveniristico tra i pochissimi a poter vantare l’esperienza del suono 7:1, che qui in Zona Industriale a Polistena solo da poco più di un anno per iniziativa della famiglia Laruffa ha deciso di proporre al pubblico scenari culturali alternativi e per la Calabria inediti. Nell’auditorium musica internazionale, teatro e cinema volano liberi, e accanto i soci dell’associazione Volume trovano un foyer dove poter consumare senza fretta un drink o un’apericena. La stagione di SENSI 19/20 comincia così, questo 21 dicembre, salendo scale di metallo che conducono a provare l’ulteriore esperimento di The Roof, uno spazio immersivo di ristorazione corporea e dell’anima, inondato di indaco e di bianco, decorato dal dj – writer Scarfò, che consegna echi di Keith Haring alla parete a lato del piccolo palco. Qui, dove un piccolo aperitivo è già stato servito, prende forma il miracolo eretico erotico di voce e scuotimento emotivo che Giorgia Cerruti e Davide Giglio, cuore della Piccola Compagnia della Magnolia di Torino causano allo spettatore, oscillando lenti e ossessivi, consumati e ingenui tra porte tagliafuoco, palco e tavoli, in un gioco autoironico e distorto di coppie animali ed umane, istintive e contorte, vitalissime e suicide. La finzione scenica non è mai completamente deposta, almeno non prima di un caffè che prepari il rientro ai soci arrivati da lontano. Ma gli attori, e la direzione artistica che dialogano assieme al pubblico, vivo e aperto come in una comune di Cristiania o nel pieno della Nouvelle Vague, consegnano al fotografo e al ricordo la sensazione di un’isola anticiclica e potente, dove gustare con voglia le arti e ascoltare attenti le diverse consistenze del cibo. Tra fine dicembre e l’aprile del 2020 LSS Theater e Sensi saranno il santuario del teatro di ricerca, della musica internazionale, del cinema di qualità, sognando che possano passare di qualità tanti capolavori segreti e oltraggiosi come quella scandalosa Mater Dei che la Dea Cerruti e Giglio, Tredicesimo suo Figlio potranno regalare già questo inverno al fortunato pubblico di Napoli. Prossimo appuntamento di SENSI sarà il 28 dicembre con il concerto di Noreda Graves, a cui seguiranno artisti internazionali come Rosalia De Souza, Luca Jourman e Shaun Martin; per il teatro contemporaneo il cartellone prevede Giancarlo Bloise con Cucinar Ramingo (Premio Dante Cappelletti 2012), Gianluca Cesale con il capolavoro di Annibale Ruccello Mamma, Piccole tragedie minimali, Compagnia Dracma con la tragicommedia Piagata- l’ultimo dei miracolie per finire Mari (premio Riccione teatro 2003), il capolavoro del drammaturgo siciliano Tino Caspanello.