• Home / CALABRIA / Consiglio Metropolitano di Reggio Calabria: Creazzo subentra a Scionti

    Consiglio Metropolitano di Reggio Calabria: Creazzo subentra a Scionti

    “Mancano i servizi essenziali, manca una coscienza Metropolitana che unisca i cittadini all’Istituzione Città Metropolitana”.

    Lo ha dichiarato il Sindaco di Sant’Eufemia d’Aspromonte Domenico Creazzo, neo consigliere metropolitano durante il suo primo Consiglio a palazzo Alvaro.

    Nell’esprimere “solidarietà umana a Fabio Scionti, perché non sarei voluto entrare a far parte di questo consiglio con queste modalità”, Creazzo ha voluto chiarire che siederà “tra i banchi dell’opposizione coerentemente con le scelte politiche assunte recentemente, con assoluta convinzione e motivazione. Auspico che presto possa essere costituito in seno al Consiglio Metropolitano il gruppo di Fratelli d’Italia vista la presenza di due colleghi di partito. La mia sarà un’opposizione costruttiva e non strumentale, nell’interesse esclusivo del territorio e dei cittadini specialmente delle comunità dei Centri Interni che si sentono  abbandonati e ignorati, e che non percepiscono la presenza della Città Metropolitana. D’altronde – prosegue Creazzo – la situazione di degrado delle arterie di collegamento interno, l’inesistente mobilità tra comuni montani, la carenza di servizi essenziali aumentano la sfiducia e la distanza tra i bisogni dei cittadini e la capacità amministrativa dell’Istituzione. Sarò un punto di riferimento per le aree interne del reggino, per i cittadini che chiedono solo di essere ascoltati. Ogni altro tipo di polemica non mi appassiona e non mi appartiene”.