• Home / CITTA / Reggio Calabria / Campo Calabro: Giornata nazionale contro la violenza sulle donne

    Campo Calabro: Giornata nazionale contro la violenza sulle donne

    Io non ci sto”. È questo il titolo della manifestazione svoltasi domenica 1 dicembre presso il parco verde di Campo Calabro e promossa dal “Movimento PassioneCivile” in ricordo di tutte le donne vittime di violenza.

    L’iniziativa – spiega Mauro Batistini presidente dell’associazione –“vuole essere un’occasione per confrontarsi con la drammatica realtà del fenomeno ormai trasversale perché colpisce indipendentemente dal ceto o ricchezza” e si inserisce tra le numerose attività che l’associazione svolge ormai da anni nel territorio campese a garanzia del senso civico e al servizio dei cittadini.

    A patrocinare la manifestazione il Comune di Campo Calabro rappresentato dal sindaco dott. Sandro Repaci e dagli assessori Giuseppe Barresi e Anna Malara i quali non hanno mancato di sottolineare come “ compito di un buon amministratore non sia solo quello di individuare e denunciare una problematica- quale appunto quella della violenza sulle donne– ma soprattutto porre in essere le condizioni affinché la stessa sia risolta”, nello specifico favorendo l’attenzione alle regole, garantendo la sicurezza dei luoghi pubblici e supportando la famiglia e la scuola nel difficile compito di educare le nuove generazioni al rispetto della donna .

    Presente anche una delegazione di alunni dell’Istituto comprensivo di Campo Calabro – San Roberto che ha intrattenuto la platea con riflessioni sul significato profondo dell’amore e sulla necessità di una informazione attenta, corretta e consapevole sul fenomeno della violenza di genere.

    Contributi provenienti anche dal parroco della parrocchia Santa Maria Maddalena di Campo Calabro, don Francesco Megale e dalle diverse associazioni presentialla manifestazione quali l’Agesci, il Cif, la Caritas, la Congrega di Sant’Antonio da Padova, l’associazione “ Ten.Galimi”oltre che da numerosi cittadini campesiai quali va –sottolinea il Batistini – “ un particolare ringraziamento per aver aderito alla manifestazione”.