• Home / In evidenza / Boomdabash scaldano Piazza Indipendenza ed urlano: “Usate le mani solo per accarezzare le donne”

    Boomdabash scaldano Piazza Indipendenza ed urlano: “Usate le mani solo per accarezzare le donne”

    di Grazia Candido (foto Antonio Sollazzo) – “Baciate le vostre donne, non alzate le mani contro di loro ma usatele solo per carezze e baci”. Una frase che scalda una Piazza Indipendenza fredda, sei gradi segna il misuratore della temperatura, ma carica di tanto amore per i Boomdabash, gruppo pugliese che, ieri sera, con “Per un milione winter tour” ha fatto ballare Reggio Calabria.

    Nonostante sul lungomare reggino, ci sia un gelo pungente, il gruppo salentino, infreddolito ma felice per questa grande festa, è riuscito a far scatenare per più di un’ora e mezza, i tanti fan venuti anche dalla Provincia con le hit “Per un milione” (brano presentato a Sanremo 2019 che continua a rimanere ai vertici delle classifiche), “Non ti dico no”, “A tre passi da te”, “Barracuda”, “Il sole d’Oriente”, “Portami con te”.
    La piazza pian piano si riempie, creando alla fine un tappeto umano e i più temerari sono sotto il palco, vicinissimi ai loro beniamini bravissimi a creare un mix di reggae, soul, drum and bass e hip hop e a dimostrare ancora una volta, la grande versatilità di una band abilissima a muoversi in diversi stili musicali.
    I telefonini sono tutti accesi e rivolti verso il palco, nessuno vuole perdere nulla dello spettacolo creato da Biggie Bash, Payà, Blazon e Mr. Ketra che, adattandosi al clima e al ristretto palco, hanno ripercorso i momenti più salienti della loro carriera musicale.
    “Siamo molto felici di essere qui con voi. Fa un po’ freddo ma proviamo a fare di questa sera una notte d’estate scaldando l’atmosfera con una musica che vi farà ballare” – dicono Payà e Biggie Bash.
    Sulle note di “Mambo Salentino”, tormentone estivo che segna il sodalizio tra la cantante Alessandra Amoroso e la band ma anche esalta l’amore che i Boomdabash e Sandrina condividono per le loro radici, si crea una discoteca all’aperto.
    Le luci, la musica, le sonorità reggae che hanno da sempre caratterizzato i pezzi dei Boomdabash, fanno ballare tutti e per un attimo, sembra davvero una notte d’estate spensierata tra amici.
    L’atmosfera si addolcisce poi, con una delle più famose canzoni della storia della musica, “Stand by me”, un augurio che la band salentina lascia in riva allo Stretto perchè “ogni volta che hai un problema, semplicemente restami accanto”.
    E accanto ai loro fan e non solo, i Boomdabash lanciano messaggi contro il bullismo, spronano a lottare per i diritti, per l’amore e per tutti coloro che, socialmente e involontariamente risultano essere più deboli.
    E’ una musica che unisce e fa divertire con poco, ma soprattutto, è una musica che fa tornare tutti a guardare verso le cose importanti della vita e a lasciar perdere tutto ciò che è futile, che ci allontana dall’essenza di questa vita.
    Prima di congedarsi, Payà svela l’obiettivo della serata: “Volevamo rendere orgogliosi chi ci ha sostenuto sino ad oggi. Speriamo, di averlo fatto. Grazie Reggio, grazie di esserci stati”.
    Selfie di rito con il pubblico e poi via, verso una nuova meta dove far “esplodere il colpo” d’amore dei Boomdabash.