• Home / CALABRIA / Santo Stefano in Aspromonte (RC), mensa scolastica gratuita per famiglie a basso reddito

    Santo Stefano in Aspromonte (RC), mensa scolastica gratuita per famiglie a basso reddito

    Da quest’anno a Santo Stefano in Aspromonte il servizio di refezione scolastica sarà completamente gratuito per i bambini provenienti da famiglie a basso reddito mentre per quelle più fortunate non vi sarà nessun aumento della quota di partecipazione,  senza differenze tra nuclei italiani, comunitari  o extracomunitari . Con delibera n. 143 del 7 ottobre 2019, infatti, approvando la Carta dei Servizi per il servizio mensa scolastica, la Giunta comunale ha stabilito delle fasce di reddito di esenzione e compartecipazione in base al modello isee. La delibera prevede che gli utenti siano tenuti a concorrere al costo del servizio di mensa in misura diversificata a seconda del reddito. I pasti saranno gratuiti per i bambini i cui nuclei familiari di provenienza stiano sotto la soglia di Isee di 5 mila euro (circa il 60% degli utenti).

     

    Questo risultato si è potuto ottenere grazie all’incasso degli affitti  attivi che l’Amministrazione è  riuscita ad ottenere dopo destinando tali introiti a tale sostegno familiare . Infatti Gli utili derivanti dagli incassi degli affitti sono stati impiegati  per finanziare/pagare nell’anno 2019/2020 il servizio mensa ai bimbi bisognosi.

     

    Questo è solo uno dei tanti fatti concreti realizzati a favore della popolazione scolastica del plesso Santo Stefano dell’I.C. “Orazio Lazzarino” di Gallico. Non a caso, questa amministrazione comunale ha sempre dichiarato ( ed effettuato ) con il suo Sindaco dott.  Francesco Makara  di “mettere la Scuola al centro del Villaggio ”  .

    L’Ente comunale anche in questi ultimi anni ha lavorato in sinergia e stretta collaborazione con la dirigenza dell’istituto, retto dalla Prof.ssa A. Marra, grazie alla quale si è ottenuto  l’ampliamento dell’offerta formativa e in particolare l’istituzione del tempo pieno per i bambini della scuola primaria. Inoltre, la collaborazione con le associazioni culturali e di volontariato del territorio ha permesso la donazione di strumenti musicali affinché gli alunni potessero iniziare a costituire una banda musicale e l’ effettuazione tra l altro un servizio di post scuola. E’ stato inoltre istituito il Consiglio comunale dei bambini, quale strumento consultivo per soddisfare le istanze provenienti dai più piccoli cittadini.

    Sono stati realizzati il corso per sciare , per nuotare, finanche lo scuolabus del mare questa estate

    Questo significa amministrare esclusivamente per il popolo e prestare massima attenzione alle questioni sociali che riguardano la nostra comunità, nella convinzione che aver cura della scuola rappresenta un investimento a lungo termine sul futuro del nostro paese, in quanto la cultura, di cui la istituzione scolastica è per natura custode e promotrice, è l’unico strumento di riscatto sociale che, fornendo consapevolezza e sapere, consente di arginare eventuali futuri purtroppo  potenzialmente  possibili  fenomeni di devianza e di illegalità.