• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Seminario su nuovo codice di prevenzione incendi

    Reggio Calabria – Seminario su nuovo codice di prevenzione incendi

    Il 20 novembre scorso si è svolto presso l’Aula Magna “L. Quaroni”
    dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria un importante seminario formativo
    promosso dal Comando dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria. L’evento è stato
    organizzato congiuntamente all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e
    Conservatori, all’Ordine degli Ingegneri e al Collegio dei Geometri e Geometri Laureati
    della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Durante il seminario, al quale hanno
    partecipato oltre cinquecento professionisti, è stato trattato un argomento di grande
    attualità: il “Codice di prevenzione incendi”.
    Erano presenti, l’Arch. Salvatore Vermiglio, Presidente dell’Ordine degli
    Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, l’Ing. Domenico Condelli, Presidente
    dell’Ordine degli Ingegneri ed il Geom. Familiari, delegato dal Presidente del Collegio
    dei Geometri. Per i Vigili del Fuoco erano presenti e il Direttore Centrale per la
    Prevenzione e la Sicurezza Tecnica del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Ing. Marco
    Cavriani, Direttore Regionale, Ing. Oliverio Dodaro, il Comandante Ing. Carlo Metelli. Ha
    coordinato i lavori l’Arch. Santina Dattola – Dipartimento Formazione e Ricerca
    dell’Ordine degli Architetti PPC di Reggio Calabria.
    Prima dell’inizio dei lavori il Presidente dell’Ordine APPC Arch. Vermiglio, a
    nome anche degli altri presidenti, ha chiesto di osservare un minuto di silenzio in
    memoria dei Vigili del Fuoco che hanno perso la vita in un intervento di soccorso in
    provincia di Alessandria; ha altresì ringraziato il Comando dei VV. F. di Reggio Calabria e
    la Direzione Regionale per la proficua collaborazione che in questi anni si è istaurata
    consentendo una importante attività formativa in materia di prevenzione incendi, per i
    professionisti che operano sul territorio.
    Dopo l’avvio dei lavori da parte dell’Arch. Santina Dattola, sono intervenuti il
    Direttore Regionale VV.F. Ing Oliverio Dodaro, il quale ha tracciato l’evoluzione
    normativa, dalla semplificazione dei procedimenti al nuovo codice di prevenzione
    incendi, ponendo alcuni spunti di riflessione e il Comandante dei VV.F. di Reggio
    Calabria, Ing. Carlo Metelli che nel salutare i presenti ha sottolineato come l’importante
    sinergia tra Ordini Professionali e Comando VV.F., sia proficua nell’ottica del
    raggiungimento dei necessari livelli di sicurezza in materia di prevenzione incendi.
    Successivamente la parola è passata ai relatori. L’Ing. Marco Cavriani, Direttore
    Centrale della Prevenzione e della Sicurezza Tecnica del Dipartimento VV.F., che nel suo
    intervento, ha evidenziato gli obiettivi dell’ambizioso progetto nazionale di
    semplificazione e razionalizzazione della normativa di prevenzione incendi che hanno
    portato all’emanazione nel 2015 del codice di prevenzione incendi, applicato in una
    prima fase su base volontaria e dal 20 ottobre scorso con applicazione obbligatoria per
    alcune attività soggette i controlli di prevenzione incendi. Nel tracciare alcuni aspetti
    REGGIO CALABRIA – Via Sbarre Superiori 115/b – 89132 – Tel.: 0965 632536 – – E-mail: Sala Operativa: so.reggiocalabria@vigilfuoco.it
    P.E.C.: com.reggiocalabria @ cert.vigilfuoco.it – E-mail: comando.reggiocalabria @ vigilfuoco.it – 2 –
    salienti del codice, l’Ing. Cavriani si è anche soffermato su alcuni spunti di confronto con
    la normativa internazionale.
    L’Ing. Andrea Gattuso, Funzionario Responsabile del settore prevenzione incendi
    del Comando, ha iniziato la trattazione del codice, soffermandosi sul campo di
    applicazione e sulla determinazione dei profili di rischio delle attività. Nel corso della
    giornata hanno anche relazionato l’Ing. Antonino De Benedetto che ha trattato le
    problematiche di resistenza al fuoco, l’Ing. Emilio Collini che trattato l’esodo, l’Ing.
    Nicola Corsaro che si è soffermato sugli impianti antincendio e l’Ing. Sebastiano Rotta
    che ha trattato un caso di studio.
    Conclusi gli interventi dei relatori si è avviato un dibattito aperto con i
    professionisti.