• Home / CITTA / Reggio Calabria / Tir, aeroporto che non decolla e strade come Beirut, Fiamma contro Falcomatà: ‘Ecco la Reggio che ha creato’

    Tir, aeroporto che non decolla e strade come Beirut, Fiamma contro Falcomatà: ‘Ecco la Reggio che ha creato’

    Di seguito la lettera:

    Carissimo sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà, lei che parlava di “svolta” che insieme ai suoi accoliti ha sempre sparato a zero su altri politici e sulla cittadinanza, criticandone le azioni, e parlando di “svolta” e “legalità”, lei che col tempo ha gestito però la città in maniera che chiamare clientelare è poco, dopo le ultime notizie su di lei, astuto e feroce censore degli altri, vorremmo fare un riepilogo di quanto oggi successo:

    Il governo, sicuramente del suo stesso colore politico, un governo che parla anche di misure antinquinamento e di sostenibilità ambientale, ha completamente smentito le sue parole sul passaggio dei TIR dal porto di Reggio.

    Lei, le pseudo opposizioni e quanti altri avente sempre urlato ai quattro venti che ci si stava muovendo, che eravamo esagerati, che stavate lavorando tutti ed anzi, che eravate addirittura riusciti a scongiurare il passaggio dei TIR al porto di Reggio, eppure oggi, 25 ottobre 2019 il Governo si è espresso: i TIR passeranno da Pentimele nella misura del 40% del traffico con Tremestieri.

    Lungi da noi sindacare su come calcoleranno la percentuale, ma non possiamo non far notare che lei, invece di occuparsi di problemi seri, spazzatura e stipendi non pagati agli operai dell’AVR, del Porto che da turistico diverrà peggio che commerciale, delle opere buttate a “morire” di un lido comunale inquinato e distrutto, di strade che ricordano Beirut, di un aeroporto che “non decolla”, lei, signor Sindaco, va in giro col suo ciuffo e sorridente chiedendo fiducia e dicendo che Reggio è cresciuta e migliorata e che vuole continuare. E se le fanno notare i problemi obiettivi è sempre colpa di qualcun altro.

    Intanto è stato smentito ed i TIR passeranno da Pentimele, il porto turistico morirà…chi vuole che venga? L’aeroporto sempre più verso la chiusura, le attività ricettive e turistiche allo sbando…

    Ecco questa è la Reggio che ha creato, tralasciando le cause che ancora pendono sulla sua testa.

    Faccia un atto di dignità e si dimetta, od almeno chieda scusa per le bugie e le millanterie propinate in questi anni, Reggio non merita questo.

    No Reggio non lo merita, ma forse i reggini che non parlano, non scendono in piazza, non difendono i loro diritti lo meritano, così come lo merita chi ancora pensa che lei possa fare qualcosa.

    E dispiace vedere che non esiste nemmeno un opposizione capace di mettere in piazza la città o di dare un alternativa adeguata, che non venga calata da Roma o legata alle sorti regionali.

    I TIR a Pentimele sono solo l’ultima goccia di un fallimento che ha ridotto Reggio allo sbando. Abbia un filo di dignità e per il bene di Reggio, lasci quel posto che indegnamente occupa.

    Il segretario Regionale – Vincenzo CIRO su mandato del:

    Coordinamento Regionale, Direttivo regionale e Provinciale, coordinamento cittadino del Fronte Nazionale.