• Home / Primo piano / La piccola reggina Marianna Giordano travolge la giuria e il pubblico di “Tù Sì Que Vales”

    La piccola reggina Marianna Giordano travolge la giuria e il pubblico di “Tù Sì Que Vales”

    di Grazia Candido – Il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori.
    Sabato scorso, la piccola Marianna Giordano ha illuminato con la sua innocenza e innato talento, il programma “Tù Sì Que Vales”, show di intrattenimento di Canale 5 condotto da Belen Rodriguez con i due grandi campioni dello sport Martin Castrogiovanni e Alessio Sakara e con la giuria composta da Maria De Filippi, Gerry Scotti, Teo Mammuccari e Rudy Zerbi.

    La dolcissima bimba, figlia d’arte della cantautrice Tiziana Serraino impegnata in questo periodo in un nuovo progetto con il produttore Francesco Villari, e legatissima al papà Antonio impiegato del Ministero, ha subito stregato la “severissima” giuria raccontando le storie “Al Lupo al Lupo”, “La Volpe e il lupo” e “Il Lupo e la vecchia”.
    Marianna, conosciuta in riva allo Stretto come Giordanella per la sua Rubrica quotidiana su Facebook, ha mostrato sin dalle prime battute, una sorprendente padronanza scenica e linguistica.
    A soli 4 anni, ha raccontato ai giudici e ad un folto pubblico capitanato dall’attrice Sabrina Ferilli letteralmente incantata da quel prodigio biondo con gli occhi azzurri, le sue storie convincendo alla fine, sia Gerry che Maria ad entrare in quello spazio magico tra peluche e farfalle.
    In pochi minuti, Marianna ha dimostrato ai grandi come la lettura sia una porta aperta su un mondo incantato e il merito di questo piccolo talento è sicuramente attribuibile alla mamma Tiziana che, sin da quando aveva 4 mesi, ha letto alla sua piccola ogni sera, una favola stimolando la sua curiosità.
    “Marianna ha fatto un gioco ed è finita là – afferma la mamma – E’ una bimba di 4 anni e mezzo che è andata ad un programma Mediaset per rappresentare la parte pulita e leggera della città ma niente di più. Dopo l’esperienza televisiva, è tornata all’asilo, continua a raccontare le sue storie sulla sua rubrica condividendole con i compagni di scuola e parenti. La “Rubrica di Giordanella” è la condivisione di una cosa bella che Marianna fa senza alcuno scopo né tantomeno spinta da qualcuno. I suoi racconti ti alleggeriscono il cuore per 10 minuti, ti strappano qualche risata e sono un’ottima emulazione per i bimbi che, magari, seguendo una loro coetanea sono sollecitati a leggere, ad incuriosirsi, ad imparare sempre cose nuove”.
    Marianna ama le favole di Esopo, di Gianni Rodari ma, soprattutto, ama le favole classiche e i racconti mitologici. Tra le sue “passioni” c’è anche Gerry Scotti e a lui, durante la “performance” televisiva, dedica una sua imitazione sulla pubblicità al pesto. Non ha alcun timore di doversi confrontare col pubblico né con i giudici anzi, li invita ad ascoltarla in altri suoi intensi racconti.
    “Per Marianna era un suo sogno incontrare Gerry Scotti e raccontare le sue favole, ne conosce tantissime a memoria – continua la cantautrice Tiziana – Ogni sera, va nella sua libreria e si sceglie una storia che io, puntualmente, le leggo prima di andare a dormire alimentando questa sua memoria meravigliosa. Marianna è una bambina normalissima che ama raccontare ed interpretare le favole, le piace andare all’asilo, giocare con i suoi coetanei e le piace tantissimo cantare con la sua mamma. Prende la sua rubrica e anche questa esperienza televisiva come un semplice ma incantevole gioco. Usciti dal programma, è tornata alla sua vita quotidiana portando in cuore gli abbracci e i baci dei giudici e degli autori televisivi”.
    L’esibizione di Marianna è risultata simpatica ed è stata promossa sia dalla giuria che dal pubblico.
    Di sicuro, la nostra piccola “diva” ci ha insegnato con la sua infinita dolcezza, che un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto: ad essere contento senza motivo, ad essere sempre occupato con qualche cosa e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera.