• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Una giornata dedicata all’Hospice all’interno del villaggio “Scirubetta”

    Reggio Calabria – Una giornata dedicata all’Hospice all’interno del villaggio “Scirubetta”

    “Seconda stella a destra questo è il cammino” era ed è la frase di una popolare canzone di Edoardo Bennato ma sembra anche essere ultimamente a Reggio Calabria uno di quei ritornelli che non ti togli più dalla testa e che rappresenta non una semplice campagna ma un grido di risposta della città e di tutte le sue realtà per difendere l’Hospice via delle stelle e la sua equipe.
    La frase echeggia su una t-shirt ormai diffusa in molte vie della città ed è stata lanciata dalle reti di associazioni pro-Hospice, che attraverso coinvolgimento popolare ed iniziative, hanno suscitato un effetto domino impressionante che ha coinvolto realtà ed associazioni fino ad ora diverse e lontane. Lo slogan “Reggio è con l’Hospice, uniti si vince!” non è semplicemente un hashtag popolare ma un simbolo e un inno collettivo di vicinanza alla struttura e alla sua equipe e dopo gli innumerevoli passi avanti fatti durante questo cammino che segue una stella e un obiettivo comune: Salvare l’Hospice e salvare la sua equipe con tutta la città unita per la vittoria, sembra che i risultati si stiano ottenendo e si riesca a scrutare seppur in lontananza quell’isola/cittadinanza che sembrava non ci fosse e invece c’è! Il cammino però non si è concluso e anzi sembra solo iniziato e a dimostrazione vi è un evento unico nel suo genere: una giornata intera dedicata all’Hospice e alla città all’interno del villaggio “Scirubetta” giorno 18 settembre. L’Apar e il suo presidente Angelo Musolino, infatti, hanno accolto la sfida e da sempre hanno dimostrato vicinanza e sensibilità alla struttura, riconoscendone da sempre importanza e funzionalità, e anche in quest’occasione non si sono tirati indietro offrendo per la giornata del 18 Settembre l’intero villaggio “Scirubetta” ( che dal 14 al 17 ospiterà gli eventi e le prelibatezze dei più famosi e rinomati maestri dell’arte della gelateria e non solo) per una giornata maratona che coinvolgerà innumerevoli realtà del territorio che hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione pro-Hospice e l’adesione  e partecipazione a titolo gratuito di tantissimi artisti reggini che si alterneranno fino a tarda notte in una bellissima maratona di arte, gusto e solidarietà. La giornata sarà suddivisa su due momenti: uno mattutino dalle 9:30 (orario di apertura del villaggio) alle 13:30 e uno pomeridiano/serale dalle 16:30 alle 24, dove a conclusione di tutto ci sarà lo spettacolo conclusivo a cura dei noti conduttori Gigi Miseferi, nonché direttore artistico, e Mariangela Zaccurri che con i saluti conclusivi delle associazioni e del direttore Dott. Trapani Lombardo concluderanno la kermesse e le esibizioni. L’evento vedrà un susseguirsi di emozioni tra ospiti e stand, dove oltre agli stand dei maestri gelatieri, i quali offriranno il devoluto della vendita dei gelati nella giornata alla struttura, ci sarà lo stand ufficiale dell’hospice con le speciali t-shirt, dove si potrà direttamente dare il proprio contributo alla causa, e altri stand espositivi associativi tra cui l’Accademia delle belle Arti, lo stand dei raduni delle vespe (la mattina) e delle ferrari e macchine d’epoca(il pomeriggio) e lo stand per l’animazione bambini a cura delle associazioni “lelefante”, “il cerchio magico” e “i pagliacci clandestini”. Durante la giornata si invita ad aderire e partecipare tutta la cittadinanza e tutte le realtà positive per mostrare la forza e la vicinanza di un popolo vicino, compatto e che vuole e può vincere! La giornata è stata patrocinata come evento dal Comune di Reggio Calabria e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e ha visto la maniacale e attenta cura dei dettagli da parte dell’Apar, ente promotore, delle reti di associazioni e del direttore operativo Bruno Monorchio e del direttore artistico Gigi Miseferi. Un programma ricco e un cuore grande sembrano gli ingredienti di una giornata al gusto di solidarietà, quale è proprio il nome della manifestazione, a cui spetta la ciliegina finale che è e deve essere la partecipazione collegiale di tutta la cittadinanza.
    BRUNO MONORCHIO