• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Falcomatà tira le somme sull’estate reggina e postilla: “Non abbiamo finito”

    Reggio Calabria – Falcomatà tira le somme sull’estate reggina e postilla: “Non abbiamo finito”

    di Grazia Candido – A Palazzo San Giorgio si tirano le somme e si stila un bilancio dettagliato sulle feste che il Comune insieme alla Città Metropolitana ha organizzato durante l’anno.
    Gongola e si ritiene pienamente soddisfatto il primo cittadino Falcomatà che, insieme ai suoi assessori e consiglieri comunali, ribadisce subito che “questa conferenza stampa mette in mostra la trasparenza delle azioni compiute e la volontà dell’Amministrazione comunale di rendicontare le attività svolte sul territorio metropolitano”.
    Come un bravo docente, il sindaco spiega il significato di “rendicontare ossia dare conto alla collettività di come sono state investite le risorse pubbliche nel cartellone estivo seguendo ovviamente, l’esigenza di essere trasparenti” ma anche ci tiene a “ringraziare tutti coloro che lo hanno reso possibile”.
    “E’ un lavoro di squadra che ha portato i suoi frutti ed un importante indotto a livello culturale, turistico, economico, della tradizione e sotto il profilo della sicurezza, della legalità e della mobilità interna – continua il sindaco – Il nostro è un approccio globale che guarda al globale ma pensa al locale valorizzando le peculiarità del nostro territorio. Spesso, nelle statistiche, Reggio Calabria è stata agli ultimi posti per le offerte culturali ma forse perché, in passato, questi dati non sono stati mai divulgati. Oggi, lo facciamo per trasferirli all’esterno e dire anche che stiamo lavorando per il Natale reggino 2019 con il coinvolgimento delle associazioni e delle parti attive della città. Reggio cresce anche grazie alla vostra attività ma sappiate che non abbiamo ancora finito la nostra opera”.
    Dal 15 giugno al 30 settembre tanti sono stati gli eventi programmati nelle 45 location e i cento soggetti proponenti hanno organizzato spettacoli di danza, moda, sportivi, musicali, folk, esposizioni pittoriche, enogastronomici, di cabaret al Castello Aragonese dove le presenze complessive sono state di 25 mila persone. Inoltre, 29 sono stati gli eventi organizzati nei siti archeologici con una stima di 5 mila persone mentre per la nota kermesse “Reggio live Fest” sono state registrate circa 9 mila presenze.
    “Soddisfatto ma non appagato” è il consigliere comunale Giovanni Latella perché “il lavoro non è finito anzi, stiamo lavorando come Amministrazione affinché questa città sia piena di eventi culturali e sportivi per tutto l’anno. Ringrazio le associazioni per l’impegno profuso e non posso non menzionare le 4 mila presenze per il campionato sportivo di Vela e “I Tesori del Mediterraneo” evento clou della città”.
    Ribadisce “l’importanza della sinergia con gli operatori”, l’assessore Saverio Anghelone e l’incremento dei “dati nelle strutture ricettive con un aumento del 20% che ci sprona ad andare avanti e a migliorarci sempre più. Il nostro obiettivo – conclude l’assessore alle Attività produttive – è trasmettere fuori una immagine positiva di Reggio”.
    Più pacato ma molto felice della buona riuscita delle Feste mariane, il consigliere delegato ai Grandi Eventi Nicola Paris che nel rimarcare “l’avviso pubblico bandito dal Comune, quest’anno abbiamo perfezionato qualcosa dando opportunità a tutti di partecipare” ringrazia “il promoter lametino Ruggero Pegna che, per il terzo anno, ci ha aiutato ad arricchire un cartellone con eventi di respiro internazionale sia sul lungomare che al Castello Aragonese. Inoltre – aggiunge Paris – si è consolidato il rapporto tra il Comune e le associazioni ed è fondamentale il lavoro dei portatori della Vara, tutti uomini preziosi e devoti alla nostra Patrona”.
    Sugli eventi svolti nei 97 Comuni della Città Metropolitana invece, si sofferma il consigliere metropolitano Demetrio Marino che traccia una sintesi sulle attività svolte e programmate sino al 31 dicembre.
    “Abbiamo condiviso con i Comuni ed inserito spettacoli di livello nazionale ed internazionale, coinvolgendo 46 location, 13 promoter, 30 tra artisti e compagnie, riuscendo a creare una proposta artistico-culturale che ha soddisfatto un pubblico eterogeneo – precisa Marino – Alcuni eventi, come le Feste mariane, la Varia di Palmi e il Kaulonia Tarantella festival sono ormai eventi storicizzati ma non ci fermiamo qui, nei nostri progetti c’è la realizzazione di un festival per le bande musicali e tanto altro”.
    Spetta all’assessore Nino Zimbalatti chiudere il bilancio con “l’unico dato in calo che ci soddisfa maggiormente: la diminuzione degli incidenti stradali che, con i controlli sul territorio e l’attivazione dello Street Control sono diminuiti del 23%. In questi mesi, grazie all’impeccabile lavoro della Polizia Municipale, abbiamo fatto 11 mila sanzioni al codice stradale (sanzioni aumentate del 58% rispetto all’anno scorso), 650 verbali al codice della strada, 300 veicoli abbandonati e segnalati, ad oggi rimossi circa 100, ritirate 49 patenti e oltre 10 mila pezzi sequestrati durante le feste e due denunce per esercizio abusivo della professione di guida turistica. La Polizia municipale non è un nemico della gente ma è tra e con la gente. Ovviamente, ringrazio il Prefetto e i silenziosi lavoratori della società Castore ma è giusto anche dire che, nonostante l’organico ristretto della Polizia municipale, ci sono 17 unità in meno rispetto all’anno scorso, insieme ad un eccellente comandante, non ci siamo fermati e continueremo nella nostra azione incentrata sulla sicurezza e rispetto delle regole. La Polizia municipale è un interlocutore del cittadino sano, e in questa Reggio ci sono tanti cittadini sani dei quali noi abbiamo bisogno”.