Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria, Convegno “Decreto inclusione, cosa cambia per gli assistenti educativi e alla comunicazione”

Reggio Calabria, Convegno “Decreto inclusione, cosa cambia per gli assistenti educativi e alla comunicazione”

Giovedì  8 agosto alle ore 11:00, presso la Sala Biblioteca di Palazzo Corrado Alvaro, sede della Città metropolitana di Reggio, si terrà il convegno “Decreto inclusione, cosa cambia per gli assistenti educativi e alla comunicazione”, organizzato dal capogruppo “La Sinistra” in Consiglio regionale Giovanni Nucera per informare dei passi avanti realizzati in questi mesi per quanto riguarda il riconoscimento professionale della figure degli assistenti educativi ed alla comunicazione.

 

Saranno presenti oltre a Giovanni Nucera, consigliere delegato allo sport, politiche giovanili, associazionismo e volontariato, Aldo Libri per il Sindacato Unitario Lavoratori e l’avvocato Francesco Nucara.

 

Nonostante l’irrinunciabilità all’interno delle istituzioni scolastiche e pedagogiche degli assistenti educativi e alla comunicazione, queste figure non hanno mai avuto un riconoscimento di tipo professionale su tutto il territorio nazionale.

 

Si ritiene quindi necessario, al fine di un sereno svolgimento del fondamentale ruolo didattico e assistenziale, di fornire loro una veste giuridica della loro professione ed un corretto inquadramento.

 

Lo scorso 25 giugno in Commissione Istruzione del Senato nel corso dell’audizione sui temi della riforma del decreto legislativo n. 66 sulla inclusione scolastica degli studenti con disabilità, alla quale il SUL ha partecipato con una sua delegazione formata dal segretario nazionale e da dirigenti territoriali del settore di alcune regioni italiane, è stata sollevata ufficialmente tale problematica a livello nazionale. Dopo anni di battaglia sostenuta dal SUL è stata accolta così con favore la richiesta di intraprendere formalmente l’iter che prevede il riconoscimento delle figure professionali degli assistenti all’autonomia e alla comunicazione.

 

Adesso la competenza è della Conferenza Unificata – che ha già dato parere favorevole – e che dovrà stilarne il profilo.

 

“La Regione Calabria è accanto al SUL in questa battaglia per il riconoscimento giuridico della professione. Già lo scorso anno il gruppo “La Sinistra” ha sostenuto le istanze del SUL facendosi portavoce della legge regionale sul servizio di assistenza educativa ed alla comunicazione preparata dal Sindacato Unitario Lavoratori Reggio Calabria. Manteniamo quindi il nostro impegno e la volontà di intervenire attivamente come Regione Calabria, in base a quanto verrà stabilito in tempi brevi dalla Conferenza Unificata, per dirimere la questione dell’inquadramento giuridico degli assistenti all’autonomia e alla comunicazione. Si tratta di un contributo necessario e doveroso nei riguardi di tanti professionisti che si occupano con preparazione, passione e abnegzione alla crescita e alla formazione di tantissimi ragazzi” sostiene il capogruppo “La Sinistra” in Consiglio Regionale Giovanni Nucera.