• Home / CITTA / Reggio Calabria / Slitta a giugno l’apertura dei lidi, sulla via marina bassa del Lungomare Falcomatà

    Slitta a giugno l’apertura dei lidi, sulla via marina bassa del Lungomare Falcomatà

    Si è tenuta stamattina in sala Giunta a Palazzo San Giorgio una riunione operativa alla presenza del Vice Sindaco Neri, dell’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Muraca, del delegato al Turismo Giovanni Latella, del delegato al settore Idrico Paolo Brunetti, oltre a numerosi tecnici e dirigenti dei settori lavori pubblici e attività economiche e produttive. L’incontro con gli operatori del settore ristorazione e balneari è stato proficuo in merito alla tempistica che vedrà ritardare di qualche settimana l’apertura dei lidi del Lungomare per problematiche fognarie ultimamente emerse.
    Gli operatori hanno chiesto chiarimenti in merito alla nota a firma del Dirigente del settore Attività Produttive Francesco Barreca che, alla luce di problematiche relative agli allacci fognari della rete comunale per tutte le strutture (stabilimenti e chioschi) collocati sulla Via Marina Bassa del lungomare Falcomatà, faceva “espresso divieto di avviare l’esercizio delle attività interessate fino alla risoluzione delle criticità sopra citate”. Grande lo scompiglio creato dal citato provvedimento che sembrava addirittura paventare lo spettro della mancata apertura dei lidi estivi. Toni pacati e collaborativi quelli degli operatori del settore turistico che, anche supportati dalla Confcommercio reggina presente all’incontro, hanno proposto soluzioni ed ottenuto rassicurazioni riguardo la tempistica per l’apertura delle attività.
    “Stiamo già lavorando in via urgente, dichiara l’Assessore ai lavori pubblici Giovanni Muraca, per risolvere in massimo venti giorni la problematica dello scarico delle acque reflue creando una nuova condotta fognaria. Gli operatori potranno procedere, nelle more, al montaggio ed all’allestimento delle strutture atteso che il divieto, fino alla risoluzione delle problematiche igienico sanitarie, riguarda l’avvio e l’esercizio delle attività al pubblico”. Sullo stesso tono il Vice Sindaco Armando Neri “ I lidi, gli stabilimenti balneari e i chioschi che si trovano sulla via marina bassa sono un nostro patrimonio e fanno parte dell’ estate della città, meta privilegiata non solo dai reggini ma anche da molti turisti. ”
    Vero è, che a breve sarà dato incarico a consulenti esterni la rivisitazione del Piano Spiagge che , come dichiarato dal Direttore di Confcommercio Marisa Lanucara, dovrebbe dare , come più volte richiesto dalla nostra organizzazione, la possibilità ai lidi e agli stabilimenti balneari di rimanere attivi tutto l’anno.
    Il PCS infatti, individua le zone omogenee di intervento e stabilisce per ciascuna di esse le tipologie di insediamento ammissibili nonché il relativo standard sui servizi con particolare riferimento alle aree destinate alla balneazione, ai servizi ed attrezzature connesse all’attività degli stabilimenti balneari.

    ASSOCIAZIONE PROVINCIALE DELLE IMPRESE
    DELLE ATTIVITA’ PROFESSIONALI E DEL
    LAVORO AUTONOMO