• Home / CALABRIA / Legge contro la ‘ndrangheta Regione, Bova: “Pubblicato sul Burc”
    Arturo Bova

    Legge contro la ‘ndrangheta Regione, Bova: “Pubblicato sul Burc”

    «La pubblicazione sul Burc del testo unico contro la criminalità organizzata rende, da oggi, operativo l’impianto normativo con cui il Consiglio regionale ha inteso mettere insieme una serie di norme per il contrasto concreto alla ‘ndrangheta». Lo ha annunciato il Presidente della Commissione contro la ‘ndrangheta in Calabria, on. Arturo Bova, attraverso una nota diffusa alla stampa. «Da primo firmatario e coordinatore del lavoro che ha portato alla stesura e quindi all’approvazione per la prima volta in Calabria di una legge organica contro il fenomeno mafioso, non potrei essere più entusiasta dell’avvenuta promulgazione del testo. Ma ora che la legge è realtà, ritengo necessario e doveroso che le prescrizioni in essa contenute siano portate a conoscenza di tutti i calabresi e al di fuori dei confini regionali», ha continuato.

    «Questo significa che già nelle prossime settimane mi farò promotore di una serie di iniziative che permettano ai cittadini e alla stampa di conoscere nel dettaglio quanto abbiamo voluto inserire nel provvedimento di legge – ha proseguito Bova -. Sarà un percorso che porterò avanti – accanto alle altre esigenze istituzionali – per i prossimi mesi, un percorso in cui saranno direttamente coinvolti anche gli studenti universitari e le scuole perché ritengo importante gettare le basi per la costruzione di una cultura della legalità partendo dalle istituzioni chiamate a formare i nostri giovani».

    «Tra le attività in programma – ha aggiunto il Presidente – c’è la realizzazione di un seminario di profilo nazionale il cui obiettivo sarà quello di diventare un’iniziativa a cadenza annuale durante la quale si farà il punto dell’azione di governo in tema di lotta alla criminalità organizzata tra tutte le regioni d’Italia: sarà l’occasione per il confronto e lo scambio di buone pratiche, sarà anche l’occasione per approfondire temi di attualità con la presenza di personalità di rilievo del mondo del giornalismo, dell’associazionismo, dell’università, della politica, della magistratura e delle forze dell’ordine».

    «La Calabria – ha concluso – ha bisogno di dimostrare che la lotta alla criminalità organizzata è realtà: dobbiamo essere in grado di comunicare al resto del mondo che la nostra regione sta cambiando e lo sta facendo in maniera concreta. Si è aperta una nuova stagione in Calabria, ora dobbiamo far sì che sia prospera per i calabresi perbene».