• Home / CITTA / Reggio Calabria / RC, pulizia ai ruderi di Motta Sant’Agata ad opera dei volontari

    RC, pulizia ai ruderi di Motta Sant’Agata ad opera dei volontari

    Ieri, domenica 29 aprile, un nutrito gruppo di volontari si è dedicato alla pulizia e alla salvaguardia del sito archeologico di Motta Sant’Agata, incastonato tra i borghi di San Salvatore e Cataforio, nel comune di Reggio Calabria.

    I volontari della “Pro Loco Reggio Calabria San Salvatore”, assieme a rappresentanti delle associazioni “Attivamente” di Mosorrofa e di “Bici ignorante”, armati di decespugliatori, forbici, rastrelli e tanta buona volontà, hanno ripulito il sito dalla vegetazione infestante, sistemato alcuni dei muretti a secco che erano spanciati e raccolto alcuni rifiuti sparsi qua e là.

    Il sole cocente e l’anomalo caldo afoso della giornata non hanno fermato gli intrepidi appassionati, che con immensa cura e attenzione hanno ripulito da rovi ed erbacce infestanti l’intero sentiero che conduce alla rupe, liberando così il sistema di canalizzazione che non era più visibile, la porta di terra, le cisterne per la raccolta delle acque meteoriche, la chiesa di San Nicola con le sue suggestive cripte, la chiesa di San Basilio con i suoi affreschi in stile medievale nonché l’area circostante alle altre emergenze architettoniche.

    La mattinata si è poi conclusa con un momento conviviale sotto gli ulivi secolari.

    La cura e l’attenzione che i volontari ogni anno impiegano per la salvaguardia di un sito così importante, testimonia ancora una volta quanto forte sia il legame e il senso di appartenenza ad un luogo che, oltre ad essere il fulcro principale della storia e dell’identità del territorio, ne rappresenta senza dubbio la principale risorsa per il futuro.