• Home / Primo piano / Canale ai domiciliari, cade associazione per gip

    Canale ai domiciliari, cade associazione per gip

    Arresti domiciliari per Pietro Canale, coinvolto nell’operazione “Martingala” condotta nei giorni scorsi dalla Dda reggina. A renderlo noto i legali dell’uomo Massimo Canale e Carlo Morace attraverso una nota. “Per Pietro Canale, amministratore della società ‘Canale S.r.l.’ – è scritto nella nota dei difensori – il Giudice per le indagini preliminari di Reggio Calabria, a seguito dell’udienza di convalida del fermo, ha escluso […] la partecipazione ad associazione per delinquere. Di conseguenza, il Giudice ha scarcerato il sig. Canale e disposto la misura degli arresti domiciliari per le residuali ipotesi contestate di autoriciclaggio e reimpiego di capitali, per le quali non è contestata finalità mafiosa”.