• Home / CITTA / Reggio Calabria / ‘Lo Stretto sostenibile’, il sindaco di Villa S.G. Richichi: “Piena soddisfazione”

    ‘Lo Stretto sostenibile’, il sindaco di Villa S.G. Richichi: “Piena soddisfazione”

    La Regione Calabria si appresta a pubblicare l’esito del bando “VOUCHER PER GIOVANI LAUREATI” compreso nel Piano Locale per il Lavoro “LO STRETTO SOSTENIBILE”, in corso di realizzazione nei 13 comuni dell’area metropolitana compresi tra Motta San Giovanni a Bagnara Calabra. Il bando prevede l’assegnazione al PLL dello Stretto di 11 giovani laureati che dovranno realizzare i piani individuali di inserimento lavorativo e svolgere attività di animazione territoriale e trasferimento di competenze a favore del sistema imprenditoriale locale.

    Intanto l’ufficio del Piano Locale per il Lavoro “Lo Stretto sostenibile” presso il comune capofila di Villa San Giovanni ha reso noto di aver completato il programma di attività approvato lo scorso settembre dal partenariato di progetto e realizzato dall’ente capofila attraverso una convenzione con l’Azienda Calabria Lavoro ed il supporto tecnico-operativo del Patto Territoriale dello Stretto.

    La fase attuativa dei PLL, già inseriti nel Programma Operativo Regionale FESR CALABRIA 2007-2013, è iniziata alla fine di gennaio con la pubblicazione da parte della Regione Calabria del bando riguardante l’assegnazione di voucher a giovani laureati per realizzare percorsi individuali di inserimento lavorativo nel territorio del piano. Di seguito l’amministrazione di Villa San Giovanni ha istituito l’ufficio del PLL “Lo Stretto sostenibile” che ha curato la presentazione dell’avviso pubblico ai 22 organismi partner e poi ai cittadini, attraverso la realizzazione e diffusione di comunicati informativi, la stampa e affissione di locandine presso i Comuni e le sedi dei Centri per l’Impiego di Reggio C. e Villa San Giovanni, la pubblicazione di notizie sui siti istituzionali del Patto dello Stretto e dei Comuni associati. Per fornire informazioni specifiche ed approfondite e favorire la partecipazione dei giovani laureati al bando, presso la sede municipale di Villa San Giovanni è stato attivato uno sportello informativo e di orientamento con l’impiego di operatori messi a disposizione dal Patto dello Stretto.

    Lo sportello ha funzionato tutti i giorni lungo la durata del bando, chiuso il 26 febbraio, ed ha consentito agli utenti di avere informazioni, consultare e scaricare l’avviso e la modulistica; sono state realizzate consulenze di gruppo e individuali, faccia a faccia, telefoniche e postali che, insieme allo sportello istituito presso il Patto dello Stretto, hanno registrato almeno 80 contatti, tra cui molti genitori che acquisivano notizie da riportare ai figli. Il primo febbraio nella sede della struttura di supporto tecnico si è tenuto un seminario di approfondimento sulle modalità di partecipazione al bando con oltre 40 partecipanti.

    Contestualmente alle attività informative e di consulenza è stata effettuata la redazione del Programma Operativo e attivate le filiere produttive che accoglieranno i giovani laureati assegnatari degli 11 voucher messi a concorso dalla Regione, per la realizzazione di attività di animazione territoriale e trasferimento di competenze al sistema imprenditoriale locale. In particolare le filiere coinvolte dal programma “ Lo Stretto sostenibile” sono quelle delle PMI collegate all’ Agenzia di Sviluppo Locale “Patto dello Stretto” e le imprese associate a Casartigiani, Confcommercio, Legacoop (cooperative di produzione e lavoro, turistiche e culturali) e al Polo Net (settore tecnologico).

    Espletate queste attività l’ufficio del Piano Locale per il Lavoro ha proseguito le azioni di pubblicizzazione, promozione ed accesso alle misure di politica attiva del lavoro proponendosi come polo informativo e di orientamento di prossimità per la popolazione del versante tirrenico. Lo sportello pubblico, in particolare, ha svolto in modo stabile e continuativo azioni informative sull’importante bando AUTOIMPIEGO rivolto a tutti i disoccupati e inoccupati di ogni età che prevedeva la concessione di contributi in conto capitale per la creazione di nuove attività lavorative in forma autonoma o di impresa in tutti i settori di attività. L’impiego degli operatori è stato ottimizzato con apertura di due giorni a settimana coincidenti con l’orario lungo degli uffici comunali, così da rendersi fruibile ad un più ampio ventaglio di potenziali utenti. Lo sportello ha visto l’afflusso di un significativo numero di visitatori per acquisire notizie e, in diversi casi, le consulenze si sono esplicate anche attraverso più incontri per approfondire, confrontare e controllare informazioni e documentazione; è stato anche realizzato un partecipato incontro con i cittadini presso la sede municipale di San Roberto. Dalle attività consulenziali svolte sono scaturite circa 25 proposte di nuove iniziative imprenditoriali, presentate alla Regione Calabria tramite gli uffici del Patto dello Stretto, che riguardano il turismo, l’agroalimentare, i servizi sociali, l’ enogastronomia e la valorizzazione dei prodotti tipici.

    Lo sportello è stato utilizzato principalmente da residenti di Villa San Giovanni e San Roberto, ma anche di Fiumara e Scilla, ed ha pubblicizzato e fornito informazioni anche sul bando regionale per l’avvio di nuove attività extra agricole in aree rurali, il bando per lo sviluppo turistico attualmente in preinformazione, il programma “Garanzia giovani” rivolto ai giovani neet, i bandi del Programma di Sviluppo Rurale (PSR), ecc.

    Dopo l’espletamento delle procedure concorsuali da parte della Regione Calabria, l’ufficio del PLL presso il Comune Capofila fungerà da sede amministrativa ed operativa per la realizzazione dei piani individuali di avviamento al lavoro (PIAL) che vedrà coinvolti i beneficiari dei voucher, i tutor designati dal PLL e dalla Regione Calabria; l’Amministrazione Comunale di Villa San Giovanni è referente per tutti gli aspetti contrattuali e logistici che riguardano la partecipazione degli assegnatari.

    Il bilancio delle attività realizzate dal PLL è stato commentato con soddisfazione dal Sindaco facente funzioni del Comune di Villa San Giovanni, Maria Grazia Richichi che ha dichiarato: “Come assessore alla formazione a al welfare ho curato queste attività e ho creduto molto nelle potenzialità della proposta progettuale. Oggi a distanza di quasi un anno mi ritengo profondamente soddisfatta e ringrazio l’intera equipe del Patto Territoriale dello Stretto ed i Sindaci dell’Ambito per aver sposato l’idea”.

    Dopo una breve pausa estiva le attività dello sportello informativo riprenderanno con la presentazione della misura “Resto al Sud” gestita da INVITALIA e rivolta a giovani under 35 delle regioni meridionali che prevede contributi a fondo perduto e a tasso zero per l’avvio di nuove attività imprenditoriali; il bando regionale, appena pubblicato in preinformazione, riguardante la creazione di reti territoriali per la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro per favorire l’occupazione femminile; si attende inoltre la pubblicazione sul BURC del bando rivolto alle imprese turistiche, da alcuni mesi in preinformazione.

    Nella prossima fase dunque il PLL dello Stretto si propone di consolidare e ampliare le attività di informazione e consulenza, introdurre ulteriori servizi in grado di sensibilizzare imprese e cittadini circa i processi di sostenibilità ambientale, sviluppare sinergie tra enti e territori per la creazione di un’offerta culturale e turistica di bacino, integrando le altre iniziative per lo sviluppo locale.

    Il PLL “Lo Stretto Sostenibile” persegue una strategia di sviluppo del territorio imperniata sul rafforzamento e la qualificazione delle filiere turistica, agroalimentare e dell’artigianato artistico nei quali si esprimono le reali vocazioni del territorio e le sue potenzialità. L’obiettivo è di integrare e completare le filiere, promuovere la creazione di reti tra le imprese, incrementare l’utilizzo delle energie pulite e rinnovabili, introdurre innovazioni organizzative e di prodotto.
    Nella vision de “Lo Stretto sostenibile” le imprese dei settori target possono avere nuove opportunità da una riqualificazione ambientalista che incida sui costi di gestione e apra nuovi mercati ai prodotti alimentari e agro-industriali locali; l’utilizzo di energie rinnovabili da parte del sistema imprenditoriale locale è inoltre un elemento da generalizzare per migliorare la qualità della vita delle popolazioni e l’attrattività turistica del territorio, da cui far scaturire nuove opportunità lavorative.