• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: aspettando Franco Fasano

    Reggio: aspettando Franco Fasano

    palazzosangiorgio.jpg
    di Grazia Candido –
     “Avvicinare i giovani alla cultura in tutte le sue forme”. Questo è il messaggio e l’intento lanciato dall’Amministrazione Comunale che, nell’ambito degli incontri con la musica d’autore, voluti dal Consulente alla cultura per il Comune, Marcello Veneziani e dal consigliere comunale Antonino Nicolò, ha organizzato

    una serie d’incontri con artisti italiani e stranieri, “ricreando una culla d’arte caratterizzata da quattro incontri dedicati alla musica classica, alla musica leggera d’autore, alla musica nera, soul, jazz e gospel”.

    E questa mattina ospite del teatro “Siracusa”, il cantautore raffinato e con la grande passione per la musica, Franco Fasano che,  questa sera alle ore 21, si racconterà al pubblico reggino con il suo pianoforte.

    “Sarà un viaggio per rendere pensante l’ascolto musicale ma anche, un importante momento per coinvolgere la città, e in particolare i giovani avvicinandoli al genere sonoro d’autore – ha esordito il consulente Veneziani – Il fine di questi incontri è quello di parlare, ascoltare, scomporre l’esecuzione musicale e far capire al pubblico, come nasce una canzone avviando un dialogo per entrare in una cabina di montaggio”.

    Fasano quindi, ripercorrendo la sua carriera artistica, fornirà utili spunti di riflessione partendo con le canzoni che lo hanno reso celebre come “E quel giorno non mi perderai più”, “Vieni a stare qui” e “Da fratello a fratello” passando poi, per quei brani che portano la sua firma come i successi “Io amo”, “Mi manchi”, “Ti lascerò” di Fausto Leali o ancora “Un uomo in più” e “Regalami un sorriso”, lanciata da Drupi.  

    Sarà quindi, una serata che oltre a far rivivere le sfaccettature più belle del panorama musicale italiano, “istaurerà un confronto tra un grande cantautore e la platea – ha aggiunto Nicolò –che farà riflettere sul significato della vita, sui valori e su uno dei mondi dell’arte, quale quello musicale”.

    Entusiasta di questa nuova “avventura formativa”, il compositore di alassino che, prima di immergersi “in quel lungo ed intenso cammino artistico”, sottolinea “l’obiettivo principale dell’artista che consiste nel comunicare ciò che sente al suo pubblico, coinvolgendolo nella trama del testo”.

    “Le mie canzoni sono rimaste nel tempo grazie ai genitori che hanno trasmesso i miei brani ai propri figli mantenendo viva una parte di quel patrimonio complesso che è la musica d’autore. Ho dedicato parte della mia carriera artistica – ha aggiunto Fasano – alle canzoni per bambini e anche se è molto più complesso scrivere testi che abbiano una tematica più soft, ho avuto la possibilità di avvicinarmi al mondo dei più piccoli capendo l’importanza dell’aspetto testuale”.

    Nel 2005 con la canzone “Colpevole”, presentata al Festival di Sanremo da Nicola Arigliano, il cantautore Fasano si aggiudica il Premio della Critica Mia Martini.

    Un riconoscimento che lo porta ad accettare il ruolo di Direttore Artistico del rinomato “Premio Mia Martini” che dal 1995, si svolge ogni anno a Bagnara Calabra.

    “Approfittare dei sogni dei ragazzi  è pericoloso e io ho accettato quest’impegno perché l’ho visto come un segno lanciatomi da Mimì – conclude l’artista –  Mi dedico a questo concorso con anima e corpo e ogni volta che vedo i giovani, sento l’esigenza di comunicargli la mia esperienza e insieme a loro, intraprendo un percorso costruttivo che arricchisce ogniqualvolta la mia carriera artistica”.

    Da ricordare tra i prossimi appuntamenti previsti dal mini cartellone targato Veneziani, il 12 Gennaio al teatro “Cilea” “Un viaggio fatto di emozioni” con l’artista gospel Cheril Potter, l’uno Febbraio sempre sul palco del teatro cittadino si esibirà in un concerto l’artista Luca Pitteri accompagnato da 24 musicisti, e a fine febbraio la grande esibizione del celebre paroliere Mogol.