• Home / CITTA / Reggio Calabria / Pro Reggina: seconda sconfitta interna

    Pro Reggina: seconda sconfitta interna

    PRO REGGINA: Trovato Mazza, Ieracitano(Napoli), Romeo, Cioffi, Stuppino(Bottiglieri), Arena, Cannizzaro, Violi,Gatto(Vadalà), Presto, Politi. A disposizione: Cusmano, avilla,Genovese,Marcellino. All: Politi

     

    GINNIC CLUB STADIUM: Sabella, Bonomo, Livoti, Vassia, Guadino, Capicci, Buggea O, Riella,

    Belmonte, Marchesa, Buggea R. A disposizione: Catanzaro, Russo, Anzalone. All. Bonvenga

     

     

    Seconda sconfitta interna per la Pro Reggina, che non riesce ad avere la meglio sul Ginnic Club Stadium, arrivato al Pontorieri con sole quattordici giocatrici in distinta. Un gol delle ospiti a metà primo tempo mette in crisi le amaranto, che si innervosiscono e non riescono a riequilibrare le sorti del match. Una partita, a dire il vero, caratterizzata dal forte vento, che ha accompagnato il gioco delle ventidue in campo per tutti i 90’. Parte bene la formazione reggina, e al 15’ va vicina al vantaggio: bello il cross della Stuppino per la Politi, ben anticipata però dalla Sabella che le ruba il tempo per la conclusione. Al 20’ ospiti in vantaggio: la R. Buggea scatta sul filo del fuorigioco, arriva a tu per tu con la Trovato Mazza e la beffa per il gol che vale tre punti preziosi. La stessa Buggea va vicina al raddoppio pochi minuti più tardi, ma la Pro Reggina non si arrende e al 35’ cerca il pareggio sempre con la Politi che, da buona posizione, tira tra le braccia della Sabella. Il primo tempo praticamente si chiude qui, con le ragazze di Politi sotto di una rete. Il secondo tempo si apre con un’azione fotocopia a quella del gol: stavolta è brava la Trovato Mazza ad anticipare la Buggea, lanciatissima verso la doppietta. Al 10’ ospiti ancora pericolose: la Marchese, dall’out di sinistra, cerca di sorprendere l’estremo difensore amaranto con una bella girata a rientrare, finita fuori di poco. Al 21’ altro episodio chiave: un tocco di mano in area ospite, fa gridare la Pro Reggina al rigore, ma l’arbitro, anche in questa partita in netto affanno, lascia proseguire. Adesso le amaranto ci credono, e tentano più volte la via del gol: alla mezz’ora è la Gatto che prova a sorprendere, senza riuscirci, Sabella, mentre la Presto ci prova quasi allo scadere con una bella girata, finita a lato. Nei minuti di recupero un’occasione per parte: prima è la Politi che sbaglia da pochi passi, mentre poco dopo la Marchese, lanciatissima verso la porta avversaria, sbaglia il raddoppio. La formazione di Politi conserva il quarto posto in classifica, mentre il prossimo match è a Latina, sul campo del Sezze.