• Home / CITTA / Reggio Calabria / Regione: Amendola (Pd) su disservizi Poste Italiane

    Regione: Amendola (Pd) su disservizi Poste Italiane

    Non sembrano attenuarsi i disagi che i cittadini stanno subendo a causa del protrarsi dei disservizi inerenti l’attività di Poste Italiane.

                E’, purtroppo, diventata una circostanza costante quella relativa al peggioramento dei servizi offerti a causa di una politica aziendale che  da tempo l’azienda Poste Italiane ha avviato e che consiste nel privilegiare gli interessi aziendali a quelli sacrosanti dei suoi stessi utenti.

    Una concezione aziendale che comporta un forte ridimensionando della presenza di sportelli ed uffici attivi sul territorio con la conseguenza che spesso per usufruire dei servizi postali si è costretti a fare molti chilometri con evidenti problemi da parte, soprattutto, dei soggetti più deboli.

                Al momento non sembrano aver dato risultati concreti le proteste dei cittadini, le denunce della Cgil, le interrogazioni consiliari.

                L’organizzazione del personale lascia molto a desiderare e, conseguentemente, a soffrirne sono i servizi offerti che, invece, di aumentare in considerazione delle mutate ed aumentate richieste della clientela si riducono.

                La denuncia pubblica, delle settimane scorse, circa le gravi carenze nel servizio di distribuzione della posta è rimasta senza risposta ed è illuminante dello stato allarmante dei servizi, i quali, ovviamente, risentono della mancanza di sufficiente personale.

                Il solo dato di 39 portalettere per l’intero comprensorio lametino con turni insostenibili è indicativo della situazione al pari dei vari uffici, la maggior parte dei quali rimane chiuso nelle ore pomeridiane.

    Il tutto ovviamente non può che produrre nuovi problemi sia alle famiglie che alle diverse attività imprenditoriali che, in considerazione del momento particolarmente difficile dal punto di vista sociale ed economico, necessitano di maggiore efficienza e tranquillità e di una politica aziendale di Poste Italiane più attenta alle loro esigenze.

                In questa direzione è quanto mai urgente provvedere all’apertura pomeridiana, ad esempio, del principale ufficio postale di Sambiase che, al pari di quello centrale di Nicastro, serve una vastissima utenza e potrebbe alleggerire il carico di lavoro che, a tutte le ore, si registra nell’ufficio di Via Filzi.

                 Sarebbe un buon segnale di attenzione verso l’utenza, specialmente quella composta da anziani, disabili e famiglie ma, pure, un evidente cambio di rotta in direzione di una maggiore soddisfazione ed accoglienza dei clienti.

     

     

     

     

      On. Franco Amendola

    Consigliere regionale PD