• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: sorpreso dalla narcotici a spacciare nel Sert. Era già ai domicliari

    Reggio: sorpreso dalla narcotici a spacciare nel Sert. Era già ai domicliari

    poliziabis.jpg
    La 6^ Sezione Narcotici della Squadra Mobile di Reggio Calabria – alle direttive del Vice Questore Aggiunto Diego TROTTA, con il coordinamento del Capo della Squadra Mobile, I° Dirigente Renato CORTESE – per alcuni giorni, ha concentrato la propria attenzione

    nel quartiere di Reggio Calabria ov’è ubicata la struttura che ospita il Servizio per le Tossicodipendenze, comunemente definito “Ser.T.”, presso il quale si recano, quotidianamente, numerosissimi tossicodipendenti per assumere le prescritte dosi di metadone, nella speranza, sovente vana, di uscire dal tunnel della droga.

    La presenza di diversi spacciatori segnalata univocamente nelle adiacenze della citata struttura sanitaria e nella vicinissima Piazza del Popolo  aveva, difatti, indotto a monitorare con discrezione i movimenti degli utenti tossicodipendenti, allo scopo di accertarvi l’esistenza di attività di spaccio di stupefacenti, individuarne rapidamente gli autori, raccogliere e documentare nei loro confronti elementi probatori che fossero sufficienti a dimostrarne inoppugnabilmente il coinvolgimento, onde interromperne e reprimerne la deplorevole  e vituperabile condotta delinquenziale che sovente è sfociata nella commissione di gravi reati che hanno suscitato grave allarme sociale tra gli abitanti in quel quartiere.

    Se, difatti, lo spaccio di stupefacenti si connota di per sé stesso quale attività criminale oltremodo severamente censurabile, nel contesto narrato – le adiacenze e gli stessi locali di una struttura pubblica che dovrebbe rappresentare per i tossicodipendenti, magari solo per poche ore, un’oasi ed un ricovero – esso acquistava connotati ancor più riprovevoli perché consumato nei confronti di giovani psicologicamente sofferenti o prostrati che intraprendono la strada della terapia metadonica per tentare, faticosamente, di uscire dal loro dramma personale.

    Questo l’ambito operativo nel quale prendevano l’avvio mirate attività investigative consistenti nell’espletamento di servizi di sorveglianza ed osservazione nella zona della Città ov’è ubicato il Ser.T.

     

    Nel quadro di tali attività, nella prima mattinata di oggi, 29 novembre, in esito ad un’operazione antidroga condotta da Agenti della Polizia di Stato della Sezione Narcotici della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria è stato tratto in arresto, in flagranza di reato, uno spacciatore,  responsabile di cessione e detenzione illecita di sostanza stupefacente del tipo EROINA.

    L’arrestato è TOMASELLO Massimo, nato a Reggio Calabria, di anni, 30, pluripregiudicato;

     

    Il TOMASELLO, difatti, è stato sorpreso dagli Agenti della Polizia di Stato agli ordini del Dott. Diego TROTTA nell’atto di cedere, all’interno del Ser.T., un involucro contenente ben 2 grammi di EROINA ad un tossicodipendente in terapia.

    La successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione del TOMASELLO permetteva di rinvenire, abilmente occultati in un sottoscala, altri 15 grammi circa di EROINA, un bilancino di precisione ed altro materiale utile.

    Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la locale casa circondariale a disposizione dell’A.G. procedente.

    Come si ricorderà la Sezione Narcotici ha sempre dedicato attenzione particolare alla tutela del lavoro del Ser.T. che svolge un’azione importante per il recupero dei tossicodipendenti sovente vanificato proprio da spacciatori senza scrupoli che, annullando gli effetti della terapia metadonica, spacciano EROINA sin dentro la struttura!!

    Nel novembre del 2002, difatti, nell’ambito dell’ OPERAZIONE SPADA, coordinata dalla Procura della Repubblica di RC,  fu disarticolata una consorteria criminale composta da otto spacciatori senza scrupoli, tutti arrestati, che approfittando dello stato di bisogno dei tossicodipendenti, cedevano loro dosi di EROINA

    Reggio Calabria, 29 novembre 2008.-