• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: Prima Commissione Consiliare su fiera Arghillà

    Reggio: Prima Commissione Consiliare su fiera Arghillà

    La I Commissione, che ha designato il Consigliere Paolo Gatto quale relatore del progetto,  ha espresso parere favorevole sulla Fiera di Arghillà, sostenendo così l’idea di un tavolo di lavoro consiliare  che, in sinergia con la Giunta guidata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, dallo studio del territorio e della realtà sociale possa esprimere la valenza dei progetti e delle scelte esecutive. Immaginare un Parco fieristico che possa ospitare l’incontro tra attori produttivi e commerciali del territorio calabrese con realtà nazionali ed internazionali, nella prospettiva di una crescita turistica e sociale fondata su occasioni di confronto e cooperazione, è il presupposto su cui si è incentrata l’attenzione all’interno della commissione Assetto del territorio convocata per l’approvazione del progetto per la Fiera. La realizzazione dell’opera, che rientra nell’ambito della programmazione degli interventi del decreto Reggio finanziata per l’importo di 12.500.000 euro è prevista nella zona di Arghillà, area decentrata da anni all’attenzione dell’Amministrazione Scopelliti che, in diverse occasioni, ha ribadito la volontà di localizzare progettualità importanti finalizzate a qualificare e valorizzare questa porzione di territorio. Certamente la collocazione di una struttura primaria come la Fiera, valutata sia per la valenza strutturale che per l’aspetto socio-economico, nella zona di Arghillà (quindi vicino a svincoli autostradali e nelle adiacenze di Villa San Giovanni, configurandosi così come struttura ricadente nell’Area dello Stretto) non può che rappresentare una scelta coerente rispetto agli impegni assunti dal Governo Municipale, affinché a fianco al quartiere residenziale e popolare possano trovare locazione interventi strutturali finalizzati al riscatto di questa periferia dal degrado ed al suo sviluppo. La riqualificazione delle periferie, (e quella di Arghillà ne rappresenta un esempio emblematico) deve significare la concretizzazione della sfida ambiziosa che questa Amministrazione mette in campo, quale obiettivo da perseguire attraverso un percorso di programmazione a cui devono partecipare e contribuire tutti i settori strategici, sia in termini di definizione dei piani di intervento territoriali che delle azioni sociali e di sviluppo economico. L’idea di una Città che si proietta quale centro di attrazione e promozione delle politiche di sviluppo nell’area del Mediterraneo, proprio in quanto configurata secondo questa pianificazione sinergica, può agire anche da collante con realtà economiche nazionali e comunitarie, configurando un punto nodale di riferimento con i paesi rivieraschi. Quest’immagine strategica non può prescindere, nella logica di una rete urbana di sviluppo, dalla realizzazione di una struttura fieristica d’avanguardia che possa rappresentare un momento di crescita condivisa e sostenuta anche con la partecipazione di risorse dell’imprenditoria privata.

    Pasquale Morisani

    (Presidente 1^ Commissione consiliare Assetto del Territorio)