• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: emergenza rifiuti. Caridi fa il punto

    Reggio: emergenza rifiuti. Caridi fa il punto

    rifiuti2.jpg
    “E’ ancora in agguato l’emergenza rifiuti in città e provincia e, proprio per questo ci stiamo attivando affinché i disagi conseguenti allo stato delineatosi possano essere tempestivamente superati”. E’ quanto dichiara l’assessore comunale alle Politiche Ambientali di Reggio Calabria, Antonio Caridi. “Insieme all’assessore provinciale Giuseppe Neri – rimarca – abbiamo chiesto un incontro con il presidente Agazio Loiero

     così da discutere sull’impianto di Rossano. Auspico che egli possa cogliere l’occasione affinchè si riesca a recuperare il troppo tempo perso sinora, un ritardo inconcepibile dovuto ad una cattiva, se non addirittura inesistente, programmazione inerente il riciclo dei rifiuti che è stato nostro malgrado gestito in modo approssimativo e superficiale. Mi preme, inoltre, ricordare che abbiamo accolto, in un periodo non molto lontano, i rifiuti provenienti dalla Campania nel momento del maggior allarme che il nostro paese abbia conosciuto: un gesto che attesta come i problemi calabresi fossero sconosciuti o quanto meno poco considerati visto che si è deciso di aiutare un’altra regione in difficoltà. Adesso non resta che chiedere a gran voce un intervento fermo e deciso così da riaprire la discarica di Rossano e porre un rimedio immediato alla condizione che si è verificata. Con queste premesse non posso non criticare la politica ambientale sino adesso attuata dalla Regione. Da parecchi giorni Si parla e si dibatte della drammaticità della situazione, ma, a fronte della grave problematica che condiziona la città di Reggio e la sua provincia, nessun segnale è giunto agli amministratori locali da parte dell’Ente regionale. Mi auguro che quest’emergenza, non certo unica ed isolata, possa servire da monito e da input per prevenire eventuali future crisi nel settore che non sono più assolutamente ammissibili. Altrimenti – aggiunge l’assessore Caridi – Reggio e la sua provincia venderanno cara la pelle. Aspettiamo l’appuntamento con il presidente Loiero, ma, se non saranno fornite indicazioni precise in merito, metteremmo in campo tutte le azioni possibile per evitare di offrire ai nostri concittadini ed alla nazione, nostro malgrado, l’indecoroso spettacolo registrato in Campania. Non permetteremo, per colpe non imputabili all’amministrazione comunale, che l’immagine di Reggio Calabria venga degradata e la salute dei nostri concittadini messa a rischio, soprattutto in considerazione dello strutturato lavoro portato avanti con abnegazione, professionalità e sacrificio nel campo delle Politiche Ambientali. Numerose  – aggiunge Antonio Caridi – le difficoltà che abbiamo riscontrato quando abbiamo dato il via ad questo percorso virtuoso e, finalmente, siamo giunti alla garanzia quotidiana di un servizio puntale, preciso, fondamentale ed alla sensibile crescita di quest’ultimo in termini di qualità e quantità, secondo i programmi previsti dell’amministrazione Scopelliti. I reggini devono dunque sapere a chi appartengono le responsabilità della situazione attuale. Voglio ancora ringraziare la società Leonia che, con un impegno minuzioso e capillare, è riuscita sino ad oggi, a far in modo che le strade del nostro territorio non venissero invase da cumuli di rifiuti, come purtroppo si sta verificando nelle altre realtà della provincia. Per questo rivolgo il mio ringraziamento, per la disponibilità dimostrata, anche ai tecnici dell’impianto di Sambatello”.