• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: controlli della Polizia municipale per l'occupazione abusiva di suolo pubblico

    Reggio: controlli della Polizia municipale per l'occupazione abusiva di suolo pubblico

     

    Nell’ambito delle attività di controllo disposte dalla Prefettura della città dello Stretto in esecuzione dell’ordinanza emanata dal sindaco Giuseppe Scopelliti riguardante il contrasto all’occupazione illecita di suolo pubblico ed all’abusivismo commerciale, personale di Polizia Municipale, Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza, ha provveduto ad effettuare una serie di interventi sul territorio comunale.

    In particolare, l’azione del Gruppo Interforze ha interessato alcuni esercizi commerciali che insistono su via Pola, via Ibico, via Monsignor De Lorenzo, via Cardinale Portanova, via Possidonea, via Arcovito, viale Europa e via Argine Calopinace.

    L’operazione ha prodotto, in totale, il sequestro di numerose cassette di frutta e verdura, carrelli utilizzati per il trasporto della merce ed espositori con relativo contenuto, tra cui trecento piantine.

    I controlli si sono estesi anche ad alcuni venditori ambulanti,  a cui  sono stati sequestrati dodici vasi, anfore di terracotta ma anche elementi ornamentali in gesso.

    Le sanzioni, riferite a sette verbali elevati, ammontano ad oltre 6 mila euro.

    “I servizi espletati – dichiara Alfredo Priolo, comandante della Polizia Municipale di Reggio Calabria – rappresentano l’inizio di tutta una serie di attività volte al controllo del territorio, che nascono dall’adozione dell’ordinanza del Primo Cittadino indirizzata ad eliminare il fenomeno dell’occupazione e dell’abusivismo commerciale. Un lavoro frutto, altresì, della volontà di Sua Eccellenza il Prefetto il quale ha sostenuto la necessità di formare un gruppo d’intervento interforze per fornire un segnale d’unità tra le Forze di Polizia dello Stato e la Polizia Municipale. In quest’ottica ringrazio il Questore ed i Comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza che hanno contribuito concretamente, mettendo a disposizione loro personale, affinché si potesse affrontare una problematica più volte messa in evidenza, quale sintomo di disagio ed inciviltà, da gran parte della cittadinanza. Il messaggio che abbiamo voluto veicolare, e che continueremo a promuovere tramite successivi controlli, è quello che gli arroganti comportamenti, contrari al decoro urbano ed alla vivibilità degli spazi pubblici tenuti, sino ad oggi, da alcuni commercianti, non saranno più tollerati”. (Roto San Giorgio)