• Home / CITTA / Reggio Calabria / 'Ndrangheta: L'imprenditore Todini, su cafè De Paris Roma grave disinformazione

    'Ndrangheta: L'imprenditore Todini, su cafè De Paris Roma grave disinformazione

    L’imprenditore Stefano Todini ha dato mandato ai suoi legali di avviare “presso le competenti sedi giudiziarie, le opportune azioni, in sede civile e penale, nei confronti degli autori di una operazione di grave disinformazione verso l’opinione pubblica”. La decisione, si legge in una nota, viene presa all’indomani delle “notizie recentemente diffuse con grande risalto, dai mezzi d’informazione relative a un’inchiesta avviata dalle Procure di Reggio Calabria e Roma sulla base di un’informativa del Gico della Guardia di Finanza su presunte infiltrazioni della criminalita’ organizzata nella citta’ di Roma attraverso investimenti nei settori immobiliari, della grande distribuzione e della ristorazione”. “Il dottor Stefano Todini – si legge nella nota – in proprio e nell’interesse anche della Delta Group srl, ritenendo gravemente lesive della sua reputazione di noto e stimato imprenditore a livello nazionale, le notizie relative alla cessione dell’80% delle quote del Cafe’ de Paris srl, storico locale di via Veneto, al signor Damiano Villari, indicato dai mezzi di informazione come imprenditore collegato alla ndrangheta calabrese, nella parte in cui, contrariamente al vero, si sostiene che l’acquisizione della maggioranza del capitale sociale sarebbe avvenuta dichiarando nell’atto pubblico una somma di gran lunga inferiore a quella realmente versata, ha dato mandato ai suoi legali di avviare, presso le competenti sedi giudiziarie, le opportune azioni, in sede civile e penale, nei confronti degli autori di una operazione di grave disinformazione verso l’opinione pubblica”. (Adnkronos)