• Home / CITTA / Messina / Messina: solidarietà Presidente Regione al rettore

    Messina: solidarietà Presidente Regione al rettore

    “ Esprimo al Rettore Tomasello, al quale mi legano consolidati rapporti di amicizia, la mia stima e la mia solidarietà. Il nostro legame esce

    ancora più rafforzato dagli avvenimenti incresciosi  che sono stati riportati dalla stampa in questi ultimi giorni”. Con queste parole di sostegno al prof. Francesco Tomasello, il presidente della Regione Siciliana, on. Raffaele Lombardo ha aperto il suo intervento,  nell’ambito del convegno su “Lo sviluppo al centro delle iniziative dell’Ateneo e della Sicilia”, tenutosi oggi nell’Aula Magna dell’Università di Messina. Lombardo – che come sua prima visita ufficiale ad una università siciliana ha scelto quella di Messina – ha dichiarato di volere di rafforzare il rapporto Regione Università siciliane, puntando sui progetti di ricerca e sui centri di eccellenza. Ha, poi, svolto il suo intervento su “Federalismo e prospettive per la

    Sicilia”, sottolineando come la nostra regione da questa nuova prospettiva politica possa ricavare significativi vantaggi. “Solo dalle accise – ha dichiarato il presidente – potremmo introitare ben 12 miliardi di euro l’anno. Bisognerà però fare fronte comune e coinvolgere anche le altre regioni meridionali, affinché si crei un nuovo rapporto Stato-Regioni e si possa ridurre il divario che oggi divide e penalizza il Sud nei confronti del Nord”. Il Rettore, dopo avere ringraziato l’on. Lombardo per il sostegno espresso, che lo fortifica nel continuare il cammino intrapreso in direzione della rinnovamento, della trasparenza e del rispetto condiviso di nuove regole, ha dichiarato di condividere il  cosiddetto “modello spagnolo”, caratterizzato da cofinanziamenti statali e regionali, che è l’unica risorsa sia per la crescita della ricerca universitaria, sia per lo sviluppo del territorio di riferimento. Al convegno, hanno presentato relazioni le prof. Maria Chiara Aversa, coordinatrice Corife, M.Antonella Cocchiara, delegata fondi europei ed i prof. Giuseppe Vita, coordinatore dei progetti della Facoltà di Medicina per l’Area mediterranea e l’Africa e  Michele Limosani,

    direttore dell’Ilo. Presenti anche il sindaco Giuseppe Buzzanca ed i deputati Carmelo Lo Monte, Fortunato Romano e Cateno De Luca.