• Home / CITTA / Messina / Messina: Corte dei conti assolve ex sindaco e Giunta

    Messina: Corte dei conti assolve ex sindaco e Giunta

    La sezione giurisdizionale d’Appello della Corte dei Conti ha assolto
    l’ex sindaco di Messina, Salvatore Leonardi, e gli assessori della sua
    giunta, dall’accusa di aver causato danni al Comune per circa 15 mila
    euro (sentenza 300/A/2008, presidente Sancetta). La vicenda risale
    all’aprile del 2000, quando l’esecutivo aveva approvato una delibera per
    stipulare un contratto assicurativo con la Lloyd’s, che prevedeva anche
    la copertura dei rischi di condanna, da parte della Corte dei Conti, per
    il segretario generale e 51 tra dirigenti e funzionari comunali. In
    primo grado i giudici contabili li avevano condannati: “Il pagamento da
    parte di un ente locale dei premi assicurativi per coprire le
    conseguenze derivanti da sentenze di condanna della Corte dei Conti che
    discendono da illeciti amministrativi commessi dai dipendenti stessi non
    può che definirsi un danno erariale”, avevano scritto. La Corte
    d’Appello ha ribaltato la sentenza senza esaminare il merito della
    vicenda, ma ritenendo prescritta l’eventuale violazione amministrativa:
    il contratto era stato stipulato il 31 agosto 2000, mentre l’atto di
    citazione in primo grado venne notificato ai convenuti dopo che era già
    trascorso un quinquennio, il tempo massimo determinato dalla legge
    perché venga prescritta l’azione di responsabilità amministrativa.