• Home / CITTA / Crotone / Crotone – La cerimonia per i dipendenti collocati a riposo nell’anno 2019

    Crotone – La cerimonia per i dipendenti collocati a riposo nell’anno 2019

    Dopo il ringraziamento ai dipendenti collocati a riposo nel 2020/2021, oggi la cerimonia per l’altrettanto nutrito numero di dipendenti andati in pensione nell’anno 2019

    Nella Sala Consiliare accolti dal sindaco Voce e dall’assessore al Personale Natale Filiberto si sono ritrovati i trentanove dipendenti per una semplice ma sentita cerimonia di ringraziamento per il lavoro svolto al servizio della comunità cittadina.

    Siete stati il motore della macchina comunale, attraverso la vostra professionalità, la vostra abnegazione, il vostro senso di appartenenza. Siete stati un esempio e lo siete ancora oggi per le giovani leve che stanno cominciando, attraverso le assunzioni che stiamo effettuando, la loro carriera presso l’ente” ha detto il sindaco Voce.

    Ma il sindaco ha voluto anche sottolineare un altro passaggio: “non è stato giusto che molti di voi, dopo oltre quarant’anni di servizio, abbiano concluso la propria attività con lo stesso livello con il quale hanno cominciato. Ecco perché, nell’ambito del nuovo piano del personale, abbiamo previsto progressioni verticali affinché il personale interno riceva la giusta gratificazione per il lavoro che svolge quotidianamente con impegno e dedizione così come voi lo avete svolto nel corso della vostra carriera”

    Anche i pensionati del 2019 hanno ricevuto una pergamena con la quale l’amministrazione ha voluto attestare la gratitudine e la riconoscenza per il lavoro svolto.

    Grazie dunque a Roberto Alessi, Luciana Proietto, Russo Adolfo, Vincenzo Filice, Francesco Ristagno, Francesco Valente, Maria Rosaria Oppido, Domenico Principe, Marcello Piscitelli, Francesco Cavallaro, Rocco Antonio, Sergio Scarà, Domenico Falzetta, Emilio Ape, Antonio Altimari, Giovanni Santoro, Claudio Nicosia, Antonio Santoro, Antonio Geremicca, Antonio Catanzaro, Francesco Alessio, Salvatore Venuto, Francesco Mancini, Pietro Longo, Gianfranco Pelle, Pasquale Lucente, Luigi Buscema, Francesca Iannice, Giovanni Prestinice, Giuseppe Leonardi, Dionigi Crugliano, Antonio Cavallo, Michele La Grotteria, Luigi Scida, Carmine Iocca, Marco Morabito, Francesco Rete e Martino Toscano