• Home / CITTA / Crotone / Crotone – Consiglio Comunale: approvata la proposta di inserimento della fascia ionica calabrese nella Core Network della rete di trasporto trans-europea TEN-T

    Crotone – Consiglio Comunale: approvata la proposta di inserimento della fascia ionica calabrese nella Core Network della rete di trasporto trans-europea TEN-T

    Tra i provvedimenti adottati nel corso del Consiglio Comunale di ieri sera, la proposta della Consigliera Comunale e presidente della V Commissione Consiliare permanente Anna Maria Cantafora relativa all’inserimento della fascia ionica calabrese nella Core Network della rete di trasporto trans-europea TEN – T

    All’approvazione del provvedimento si è arrivati dopo una serie di interlocuzioni con i comuni della fascia ionica che vanno da Rocca Imperiale e Melito Porto Salvo, interessati da questa possibilità che consentirebbe alla Calabria ionica di sottrarsi alla attuale marginalità ed isolamento oltre che favorirne lo sviluppo economico e sociale.

    La consigliera Cantafora, nel relazionale all’aula, ha evidenziato come la fascia ionica calabrese basa, in particolare, la sua economia sull’agroalimentare e sul turismo. Settore, il primo, dove la competizione si gioca oltre che sulla qualità anche sulla velocità nel raggiungere i mercati mentre nel settore del turismo le località preferite sono quelle facilmente raggiungibili.

    Da qui la necessità della creazioni di collegamenti via mare, attraverso l’ammodernamento del sistema ferroviario, il potenziamento del sistema aeroportuale che l’inserimento nella rete TEN – T consentirebbe.

    Con l’elevazione della fascia ionica a Core della dorsale ionica la stessa acquisirebbe una posizione baricentrica rispetto alla direttrice europea.

    Il Consiglio Comunale ha approvato la proposta e deliberato di promuovere tutte le iniziative volte ad elevare le infrastrutture presenti nella fascia ionica da Rocca Imperiale e Melito Portosalvo a rete Core in continuità con la dorsale adriatico – ionica per creare con la presenza della Calabria ionica in questo corridoio il collegamento e il terminale, oggi mancante, con quello orientale – mediterraneo.