• Home / CITTA / Crotone / Crotone – Presentato il Garante dei diritti delle persone con diversa abilità

    Crotone – Presentato il Garante dei diritti delle persone con diversa abilità

    E’ stato presentato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella Sala Consiliare, il neo garante dei diritti delle persone con diversa abilità, avv. Antonio Clausi.

    Si tratta come ha detto l’assessore alle Politiche Sociali Filly Pollinzi nella sua introduzione “non solo di una figura innovativa per l’Ente ma anche una ulteriore conferma del nuovo approccio che si è inteso instaurare in materia di politiche sociali. Una professionalità, quella del garante, che si inserisce pienamente nella attività e negli interventi che stiamo promuovendo”

    Dopo il benvenuto del sindaco Voce il garante, nel ringraziare l’amministrazione per la fiducia accordata, ha illustrato le linee principali che caratterizzeranno il suo mandato: sarò a supporto dell’amministrazione e lavorerò in sinergia con l’assessorato e il settore servizi sociali ma il dialogo è aperto anche con tutte le realtà che si occupano di sociale nella nostra città. Il mio impegno è quello di proporre iniziative opportune per assicurare la piena promozione e tutela dei diritti delle persone con disabilità con particolare attenzione all’integrazione e all’inclusione sociale. E’ inoltre mia intenzione coinvolgere con iniziative di sensibilizzazione anche il mondo della scuola e soprattutto lavorare verso la piena integrazione delle persone con diversa abilità” ha detto l’avv.to Clausi.

    Alla conferenza stampa erano presenti i consiglieri comunali Antonella Passalacqua e Paolo Acri e la referente provinciale del CONI Francesca Pellegrino con la quale il garante ha già interloquito per promuovere iniziative che vedano protagonisti giovani con diversa abilità.

    Una figura innovativa, come detto, quella del garante che si pone come punto di riferimento sul territorio comunale per le persone con diversa abilità per la tutela dei loro diritti e degli interessi individuali o collettivi in materia di disabilità.