• Home / CITTA / Crotone / La Gerardo Sacco e MutaMenti inaugurano la prima biblioteca aziendale a Crotone

    La Gerardo Sacco e MutaMenti inaugurano la prima biblioteca aziendale a Crotone

    Un altro prezioso tassello si aggiunge al percorso di promozione culturale avviato, da anni, dalla maison orafa Gerardo Sacco: è la biblioteca aziendale realizzata all’interno della sede di Poggio Verde, in collaborazione con l’associazione culturale MutaMenti, che si occupa di promozione della lettura attraverso la fondazione di biblioteche e free library in città.

    Il piccolo angolo letterario, strumento di welfare che stimolerà la creatività e arricchirà la personalità dei dipendenti della Gerardo Sacco, è composto da circa 120 libri di vario genere, donati dai volontari di MutaMenti.

    Quella delle biblioteche aziendali è una tradizione portata avanti da quasi un secolo in molte realtà imprenditoriali italiane. La prima nella città di Crotone non poteva che essere realizzata nella sede della maison orafa, da sempre attenta all’innovazione e alla qualità della vita nell’ambiente di lavoro.

    La free library segue le regole del bookcrossing: i dipendenti potranno prendere liberamente un libro in prestito, leggerlo e restituirlo oppure lasciarne un altro al suo posto. I libri donati da MutaMenti sono stati igienizzati secondo le normative anti Covid. È presente, inoltre, il dispenser igienizzante mani da usare ogni volta che si consultano i volumi.

    «Un nuovo modello aziendale e culturale, quello inaugurato dall’azienda crotonese, che consente di collaborare con le realtà più dinamiche del territorio, sperimentando un modo innovativo di pensare gli spazi di lavoro, in un’ottica non solo di operatività ma anche di erogazione di servizi gratuiti ai dipendenti, che attraverso la modalità del bookcrossing diventano parte di questo processo di condivisione» commenta Patrizia Pagliuso, presidente dell’associazione MutaMenti, soddisfatta di quest’ulteriore attività che consolida il rapporto di collaborazione avviato da anni con l’azienda del Maestro orafo Gerardo Sacco.