• Home / CITTA / Crotone / La FP Cgil nomina Francesco Lavigna coordinatore provinciale dei Vigili del Fuoco di Crotone

    La FP Cgil nomina Francesco Lavigna coordinatore provinciale dei Vigili del Fuoco di Crotone

    In una fase così delicata che interessa tutto il settore del lavoro pubblico ed a maggior ragione per i lavoratori impegnati in prima linea giorno e notte, la FP CGIL Calabria insieme ai responsabili della FP CGIL Area Vasta nei giorni scorsi ha proceduto alla nomina di coordinatore provinciale dei Vigili del Fuoco di Crotone il compagno Francesco Lavigna, il quale grande spirito di sacrificio ed abnegazione ha accettato questo ruolo”.

    Lo annunciano Bruno Talarico, della segreteria regionale della Fp Cgil Calabria, e Giuseppe Cilione Coordinatore regionale del comparto VVF.

    La nomina assume ulteriore importanza dato che nelle prossime settimane, in Calabria, sarà presente il coordinatore nazionale dei Vigili del Fuoco, Mauro Giulianella. L’occasione sarà utile per visitare e prendere atto delle situazioni di tutti i comandi dei vigili del fuoco calabresi.

    “Al comando di Crotone la FP CGIL si re-insedia in un momento assai particolare per la categoria. Infatti, è noto a tutti che il Corpo Nazionale VVF sta attraversando un particolare momento storico dovuto alle ricadute negative della Pubblicizzazione del rapporto di lavoro ed alla riorganizzazione rimasta appannaggio solo della politica, perdendo completamente di vista il rapporto con le parti sociali”, spiega Talarico.

    “Ebbene la FP CGIL, sia a livello Nazionale che periferico, non solo ribadisce che il rapporto di lavoro di tipo pubblicistico non può e non può funzionare per lavoratori insostituibili come i Vigili del Fuoco. A dimostrazione di ciò- conclude Talarico- a Francesco Lavigna vanno i più sinceri auguri di un buon lavoro, con l’impegno che la CGIL, nella sua più ampia articolazione sindacale sarà sempre al suo fianco, coscienti che anche il comando di Crotone sta attraversando un periodo buio sia dal punto di vista dell’organizzazione del lavoro sia per gravi carenze di organico nelle varie qualifiche delle articolazioni del Comando”.