• Home / CITTA / Crotone / Originaria di Cotronei la babysitter uccisa in Svizzera

    Originaria di Cotronei la babysitter uccisa in Svizzera

    Uccisa brutalmente mentre tentava di difendere la bambina che le era stata affidata. È una donna originaria di Cotronei in provincia di Crotone, Teresa Scavelli, 46 anni, la babysitter uccisa dopo essere stata ripetutamente colpita da un corpo contundente mercoledì 2 settembre, a San Gallo, nella Svizzera tedesca.

     

    Secondo la ricostruzione della polizia cantonale, un 22enne, cittadino svizzero, ha fatto irruzione in casa, aggredendo Teresa Scavelli e la proprietaria di casa. Dopo l’allarme, l’intervento degli agenti, che sono arrivati quando la 46enne era ancora viva e hanno così intimato all’aggressore di fermarsi. Quest’ultimo, però, li ha ignorati, continuando ad accanirsi sulla donna. Non hanno potuto far altro che sparare, uccidendo l’aggressore. La donna  è stata così portata all’ospedale cittadino, dove è deceduta nel giro di poche ore, a causa di un gravissimo trauma cranico.

    Il sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro, ha già fatto sapere di essersi attivato per fornire alla famiglia della donna, che lascia un marito e tre figli, ogni assistenza anche sul piano legale.