• Home / CITTA / Crotone / Coronavirus – Cotronei (Kr), appello del sindaco: “Rientrate solo in caso di forza maggiore”
    fascia-sindaco

    Coronavirus – Cotronei (Kr), appello del sindaco: “Rientrate solo in caso di forza maggiore”

    Invito tutti ad osservare le procedure così ben specificate. E’ molto importante che tutti noi, in tutta Italia e nessuno escluso, assumiamo una condotta consapevole, responsabile e rispettosa di se stessi e degli altri.

    L’Istituto Superiore di Sanità, l’organo tecnico-scientifico del nostro Sistema Sanitario Nazionale e in cui ho un ruolo dirigenziale, lavora per la salute di tutti i cittadini e fornisce le indicazioni scientifiche sui comportamenti da adottare. Pertanto, esprimendovi la mia vicinanza, sono a disposizione per facilitare il massimo accesso alle informazioni. Un caro saluto a tutti. È quanto dichiara Domenica Taruscio, direttrice dell’Istituto superiore di sanità esprimendo piena condivisione rispetto al contenuto della lettera aperta ai cittadini diffusa oggi (domenica 15 marzo) dal Sindaco Nicola Belcastro. Per le ben note ragioni sanitarie relative alla diffusione del Coronavirus – scrive il Primo Cittadino rivolgendosi alle persone che sono rientrate o stanno rientrando da fuori Regione, ai loro familiari e amici – invito tutti i cittadini che si trovano fuori regione a non rientrare nel proprio comune di residenza se non per vere cause di forza maggiore. Il Presidente della Regione Calabria ha emesso nei giorni scorsi una ulteriore ordinanza che prevede, intanto, che tutti coloro che risiedono o sono domiciliati in regione e che vi rientrano da altre regioni o dall’estero, devono comunicare la loro presenza al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria della provincia di riferimento, informare il Sindaco e il proprio Medico di Medicina Generale o il Pediatra ed osservare la quarantena domiciliare di 14 giorni dall’arrivo con divieto di contatti sociali, di spostamento e di viaggi. La quarantena obbligatoria è una indispensabile forma di tutela per tutti, pertanto invito le persone che sono rientrate e non sono state ancora individuate – prosegue – a comunicarlo con la massima urgenza. Non farlo significa essere irresponsabili e irrispettosi! Significa non avere a cuore se stesso, i propri familiari e chi gli sta vicino. Invito anche i familiari e gli amici/conoscenti di chi rientra – conclude Belcastro – a sollecitare una condotta responsabile e rispettosa degli altri, oltre che nello svolgere un’azione di supporto con la massima serietà e responsabilità. Agire con responsabilità servirà a non inficiare il lavoro di quanti, da settimane si stanno impegnando per contenere i rischi, anche a tutela della vostra salute e quella dei vostri cari. La superficialità di oggi potrebbe costarci molto cara domani! Aiutateci a impedire la diffusione del Coronavirus