• Home / CITTA / Crotone / Crotone, Spanò (Scopelliti Presidente): "Non si fa dileggio di una legittima opinione"

    Crotone, Spanò (Scopelliti Presidente): "Non si fa dileggio di una legittima opinione"

    Segue la nota: Dopo aver letto con cura la comunicazione del Coordinamento SiAmo Crotone, pubblicata nel n. 90 del Il
    Crotonese, appare anzitutto strano che questa sia stata inviata dalla e-mail

    personale di uno stretto
    collaboratore del sindaco Vallone. Per una questione di stile ed opportunità sarebbe stato meglio inoltrare
    da altro mittente la lettera, accorata e derisoria, con cui da un lato viene difesa la bontà del lavoro svolto
    dalla giunta e dall’altro ci si dedica al dileggio verso chi si è permesso di esprimere una legittima e civile
    opinione.
    Questo modo di agire è molto lontano dallo spirito del movimento Scopelliti Presidente, che valuta più utile
    per la comunità crotonese dedicarsi a fatti concreti piuttosto che all’offesa gratuita. Il comportamento dei
    rappresentanti della nostra lista, ispirato alla fattività ed alla collaborazione, è ampiamente documentato
    nei verbali del consiglio comunale come pure delle commissioni consiliari; e ciò è stato, ahinoi, quasi
    sempre riconosciuto dall’attuale giunta comunale.
    La creazione di laboratori tematici nel coordinamento di Crotone è avvenuta in modo del tutto spontaneo e
    naturale all’interno di un movimento che, seppur risultato il terzo partito più votato in città, non ha alcuna
    intenzione di entrare in letargo elettorale, ma anzi sente forte la voglia di incidere sull’azione
    amministrativa. E i laboratori nascono proprio per supportare i nostri consiglieri nella loro funzione di
    stimolo nei confronti dell’attuale maggioranza a fare di più e meglio. E riteniamo con sincerità che ve ne sia
    forte bisogno, vista l’anoressia amministrativa che pare calata su piazza della Resistenza, dove alla frenetica
    attività delle commissioni consiliari fa da contraltare una giunta comunale ancora indecisa su cosa farà da
    grande.
    Riteniamo sia nostro dovere continuare ad essere vigili sull’attuazione del programma presentato in
    campagna elettorale dal sindaco Vallone e, nel rispetto dei nostri elettori, non possiamo esimerci
    dall’esercitare il diritto di critica. Così come del resto ha fatto l’arch. Romanò. Che probabilmente ha
    toccato nervi scoperti e sensibili per essersi ritrovato sotto un fuoco incrociato di attacchi mossi sul piano
    meramente personale, ma del tutto inconsistenti quanto ad argomentazioni politiche. Il che la dice tutta sui
    metodi della maggioranza.
    Da parte nostra siamo abituati a parlare di fatti concreti: programmi, investimenti, delibere, bilanci. Insulti e
    offese ci sono estranei, li lasciamo a chi si sente appagato nel crogiolarsi in questo modo sterile e stantio di
    fare politica.

    Cesare Spanò
    Coordinatore cittadino di Crotone
    Lista Scopelliti Presidente