• Home / CITTA / Crotone / Isola Capo Rizzuto (Kr): con ”Fresco di legalità” la raccolta si fa sul terreno dei clan

    Isola Capo Rizzuto (Kr): con ”Fresco di legalità” la raccolta si fa sul terreno dei clan

    “Un raccolto di legalita’ dal sapore giusto e sostenibile”. Si terra’ martedi’ 27 aprile ore 11, in localita’ Vermica, ad Isola di Capo Rizzuto, nel crotonese, la raccolta di finocchi nei terreni confiscati al clan Arena e restituiti alla collettivita’. Saranno presenti Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, Carolina Girasole sindaco di Isola di Capo Rizzuto e alcuni familiari di vittime innocenti delle mafie. “Fresco di

     legalita'” e’ il nome scelto per l’iniziativa che rappresenta il primo passo verso la costituzione – con bando pubblico – della cooperativa sociale di Libera Terra. Una giornata di festa, di speranza e di impegno sui terreni ritornati alla collettivita’, un altro tassello per costruire un futuro di responsabilita’ e di legalita’. “Cittadini e associazioni insieme- commenta in una nota Libera- per raccogliere il fresco di legalita’ che aggiunge al suo inconfondibile sapore, il gusto in piu’ della giustizia e della liberta’ delle terre confiscate alle mafie e riutilizzate per finalita’ sociali. Un percorso – prosegue Libera – che prosegue da oltre un anno grazie al coordinamento della Prefettura ed al sostegno di soggetti imprenditoriali che si occupano di produzione biologica, in collaborazione con le organizzazioni agricole (Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, Acli Terra, Legacoop agroalimentare) e che consentira’ la realizzazione della prima cooperativa Libera Terra che gestira’ beni confiscati alle mafie in Provincia di Crotone per sostenere e diffondere in terra di Calabria i valori della legalita’ e del lavoro giusto”.