• Home / CITTA / Crotone / Crotone: intitolata strada a Claudio Crea

    Crotone: intitolata strada a Claudio Crea

    Si è tenuta stamattina la cerimonia di intitolazione di una strada cittadina a Claudio Crea.

    La strada si trova nei pressi della ex Via Pignataro, all’altezza della rotonda dove insiste il monumento dedicato a Carlo Turano.

    Alla cerimonia erano presenti la moglie di Claudio Crea – Maria ed i figli Giuseppe e Carlo Luigi,  l’assessore alla viabilità – Pantaleone Nicoscia, l’assessore alla cultura – Giovanni Capocasale, il prefetto di Crotone Luigi Varratta, oltre a familiari ed amici e numerosi cittadini venuti a rendere omaggio a questo uomo di pace a cui l’amministrazione Vallone ha dedicato un via cittadina.

    Con una breve ma intensa cerimonia si è provveduto alla scopertura della targa che lo ricorda.

    Claudio Crea era nato a Melissa il 28 marzo 1915.

    A cinque anni rimane orfano del padre morto durante la prima guerra mondiale.

    Sono anni difficili e sofferti. Deve abbandonare la scuola e dedicarsi al lavoro e sotto la guida del fratello maggiore, diviene un ottimo elettricista.

    Questo suo mestiere sarà la sua salvezza, quando sarà catturato dai tedeschi il 12 settembre 1943.

    Fu internato nel lager di Amburgo dove si distinse per essere di conforto e di aiuto, punto di riferimento per i suoi compagni di prigionia.

    E’ utilizzato nella manutenzione elettrica di una fabbrica dove è necessaria la sua presenza. In uno dei suoi spostamenti trova un piccolo tesoro con il quale riesce a comprare viveri che costituiscono la sopravvivenza per i suoi compagni di prigionia.

    Liberato dagli americani nel 1945, ritorna nella sua terra. Muore nel luglio del 1965.

    La sua storia è ricordata nel volume “una storia nascosta” di Elio Cortese che testimonia il silenzioso eroismo di Claudio Crea ma soprattutto è dovuto alla volontà del figlio Giuseppe il far conoscere alle nuove generazioni il ruolo che il padre ed altri uomini come lui, eroi di tutti i giorni, hanno avuto contro la tirannia nazista.

    Oggi l’amministrazione comunale, esprimendo il sentimento di tutta la città, lo ricorda intitolandogli una delle strade principali della città a perenne ricordo di questo silenzioso eroe.