• Home / CITTA / Crotone / Crotone: vietata la donazione del sangue a omosessuali

    Crotone: vietata la donazione del sangue a omosessuali

    Gli omosessuali del comitato Eos Arcigay Calabria protestano contro l’Avis di Scandale (Crotone) che vieta la donazione del sangue ”se son stati consumati rapporti omosessuali”. ”Sono veramente allibito” commenta il presidente del comitato Federico Cerminara. ”L’Avis del Comune di Scandale scrive nel suo statuto che ‘e’ un’associazione di volontariato, apartitica, aconfessionale, che non ammette discriminazioni di sesso, razza, lingua, nazionalita’, religione, ideologia politica’ ma dopo queste belle premesse all’interno del sito si legge che bisogna autoescludersi dall’effettuare donazioni di sangue se sono stati consumati rapporti omosessuali. Mi chiedo quale sia il nesso di consequenzialita’ tra comportamenti a rischio e comportamenti omosessuali”. ”Volevo informare giusto appunto questi signori -continua Cerminara- che l’Arcigay da sempre e’ promotore di campagne di sensibilizzazione per quanto concerne le malattie sessualmente trasmissibili, campagne ampiamente diffuse su tutto il territorio nazionale. Il Comitato Eos Arcigay Calabria ogni anno in occasione del 1 dicembre sensibilizza attraverso convegni e distribuzione di materiale informativo tutta la societa’ civile e non solo quella omosessuale”. ”Associare le malattie sessualmente trasmissibili alla comunita’ omosessuale -conclude- e’ discriminatorio, stigmatizzante e lesivo della dignita’ della persona umana. Spero che immediatamente questi signori si degnino di realizzare una corretta informativa a riguardo altrimenti ci vedremo costretti adire le vie legali”. (Adnkronos)